it Italiano
it Italiano

Pakistan – Scheda Paese

Pakistan – Scheda Paese

Trovi interessante questa pagina?

Trovi interessante questa pagina?

Condividila:

Condividila:

Bandiera PakistanMappa Pakistan

Dati O.M.S. e AGGIORNATO COVID-19 AL 19/04/2022:

https://covid19.who.int/region/emro/country/pk

Il Pakistan sta attualmente vivendo una ulteriore impennata di infezioni per Covid-19, caratterizzata da un aumento significativo e costante del numero di casi diagnosticati e di decessi.  Il Governo ha rafforzato le misure precauzionali per le quali si rimanda alla lettura della sezione “Situazione Sanitaria” di questa scheda.
Le Autorità pakistane  adottano, in materia di spostamenti da/per l’estero, un sistema di classificazione dei Paesi (A, B e C) a seconda dei livello dei contagi da COVID-19. Tale elenco è soggetto a variazioni e si rimanda pertanto al sito ufficiale (cliccare su Revised Inbound Air Travelers Policy) per gli aggiornamenti.
Per i viaggiatori internazionali, di età superiore ai 18 anni, provenienti da qualsiasi parte del mondo viene richiesto un certificato di vaccinazione completa ai fini dell’ingresso in Pakistan e per la prenotazione alberghiera.
Inoltre, tutti i viaggiatori, dai 6 anni in su, devono presentare al check-in un test PCR negativo, effettuato non più tardi di 48 ore prima dell’imbarco.
All’arrivo vigono differenti disposizioni (sezione Revised Testing Protocols Inbound / Outbound del sito ufficiale), a seconda del Paese di provenienza dei viaggiatori, per quanto concerne l’obbligo di test rapido e l’isolamento nonché le esenzioni previste. Tali adempimenti non vengono al momento richiesti ai viaggiatori provenienti dai Paesi incusi nell’elenco A, considerati a minor rischio, tra cui l’Italia. Poiché gli elenchi di Paesi possono subire variazioni anche molto rapide e senza preavviso, si ribadisce l’importanza di consultare sempre il sito ufficiale delle Autorità pakistane per informazioni aggiornate, nonché di consultare con congruo anticipo la compagnia aerea di riferimento, prima di partire.
Le autorità locali richiedono di scaricare l’App “PassTrack” (https://passtrack.nitb.gov.pk/login) o di registrarsi sul sito web Pass Track prima della partenza. In entrambi i casi, è necessario caricare una copia del passaporto e del test PCR in formato jpg,  e produrre una copia cartacea del buon esito della procedura, che la piattaforma offre di stampare una volta completato il modulo. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web del governo pakistano.
In caso di sintomi compatibili con COVID-19 i viaggiatori  saranno sottoposti a test da parte delle Autorità locali, entro 48 ore, con obbligo di quarantena fiduciaria in caso di risultato positivo al virus. All’arrivo, è prevista la misurazione della temperatura con il trasferimento presso una struttura medica aeroportuale per accertamenti in caso di sintomi della febbre.
Sul territorio pakistano resta l’obbligo di indossare la mascherina in luoghi pubblici.
Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web del governo pakistano https://covid.gov.pk/intl_travellers/guidelines_for_travellersSi raccomanda tuttora, ai connazionali che comunque decidessero di recarsi in Pakistan, l’adozione di misure ispirate alla massima prudenza, e di tenere in considerazione, alla luce della pandemia in corso, la diffusa inadeguatezza delle locali strutture sanitarie rispetto agli standard europei.

 

Presso il CESMET Clinica del Viaggiatore si effettuano:

Tamponi Molecolari RT-PCR con risposta a 6h / 12h / 24h /48h, con certificazione medica COVID FREE in lingua inglese;
Tamponi Antigenici con risposta a vista con certificazione medica COVID FREE in lingua inglese, con le seguenti caratteristiche: specificità 99.5%, sensibilità 94.5%, affinità 94%)
Test Sierologici per IgM, IgG per SARS-CoV-2 qualitativi e quantitativi;
– certificazione FIT TO FLY per compagnie aree e paesi richiedenti;

Vengono anche rilasciati i seguenti certificati medici infettivologici, validi seconda indicazione di legge:

  • certificato medico di avvenuta vaccinazione; con valutazione clinica e certificazione di assenza di sintomi da Covid-19
    2) certificato medico di avvenuta malattia da Covid-19; con valutazione clinica e certificazione di assenza di sintomi da Covid-19;
    3) certificato medico di pregressa infezione da SARS-CoV-2 con positività esame sierologico e presenza di IgG; con valutazione clinica di assenza di sintomi da Covid-19;
    4) certificato medico di effettuazione tampone molecolare

 

MISURE IN VIGORE DAL 1 AL 30 APRILE 2022 – SUPERAMENTO DELLA FASE EMERGENZIALE

Con il Decreto-Legge 24 marzo 2022, n. 24, il Governo ha adottato una serie di misure per il progressivo superamento della fase emergenziale dovuta alla pandemia da COVID-19.

USO DELLE MASCHERINE

Fino al 30 aprile 2022, rimane l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine) di tipo FFP2 nei seguenti casi:

a) per l’accesso ai seguenti mezzi di traporto e per il loro utilizzo: 1) aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone; 2) navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale; 3) treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità; 4) autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega piu’ di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti; 5) autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente; 6) mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale; 7) mezzi di trasporto scolastico dedicato agli studenti di scuola primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado;

b) per l’accesso a funivie, cabinovie e seggiovie, qualora utilizzate con la chiusura delle cupole paravento, con finalita’ turistico-commerciale e anche ove ubicate in comprensori sciistici;

c) per gli spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso o all’aperto in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, nonche’ per gli eventi e le competizioni sportivi.

Sempre fino al 30 aprile, in tutti i luoghi al chiuso diversi da quelli sopra elencati, e con esclusione delle abitazioni private, è obbligatorio, sull’intero territorio nazionale, l’uso di dispositivi di protezione delle vie respiratorie (anche non di tipo FFP2). L’obbligo di indossare generici dispositivi di protezione delle vie respiratore al chiuso non sussiste quando, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantito in modo continuativo l’isolamento da persone non conviventi. Nei contesti in cui è obbligatorio l’uso di mascherine FFP2, esso rimane a prescindere dal distanziamento.

Non hanno l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie:

a) i bambini di età inferiore ai sei anni;

b) le persone con patologie o disabilita’ incompatibili con l’uso della mascherina, nonché le persone che devono comunicare con una persona con disabilità in modo da non poter fare uso del dispositivo;

c) i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva.
USO DEL GREEN PASS 

Dal 1° al 30 aprile 2022, sull’intero territorio nazionale, l’accesso ai mezzi di trasporto indicati di seguito e il loro utilizzo è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 da vaccinazione, guarigione o test (è sufficiente il cosiddetto green pass base, non più solo green pass rafforzato o super green pass):

a) aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;

b) navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina e di quelli impiegati nei collegamenti marittimi da e per l’arcipelago delle Isole Tremiti;

c) treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità;

d) autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;

e) autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente.

Dal 1° al 30 aprile 2022, anche l’accesso ai seguenti servizi e attività è consentito, sull’intero territorio nazionale, esclusivamente ai soggetti in possesso del cosiddetto green pass base (vaccinazione, guarigione o test):

a) mense e catering continuativo su base contrattuale;

b) servizi di ristorazione svolti al banco o al tavolo, al chiuso, da qualsiasi esercizio, ad eccezione dei servizi di ristorazione all’interno di alberghi e di altre strutture ricettive riservati esclusivamente ai clienti ivi alloggiati;

c) concorsi pubblici;

d) corsi di formazione pubblici e privati;

e) colloqui visivi in presenza con i detenuti e gli internati, all’interno degli istituti penitenziari per adulti e minori;

f) partecipazione del pubblico agli spettacoli aperti al pubblico, nonché alle competizioni e agli eventi sportivi, che si svolgono all’aperto.

Fino al 30 aprile 2022, sull’intero territorio nazionale, l’accesso ai seguenti servizi e attività rimane invece consentito esclusivamente ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID-19 da vaccinazione o guarigione (cosiddetto green pass rafforzato o super green pass):

a) piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra e di contatto, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, per le attività che si svolgono al chiuso, nonché spazi adibiti a spogliatoi e docce, con esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità;

b) convegni e congressi;

c) centri culturali, centri sociali e ricreativi, per le attività che si svolgono al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi, e le relative attività di ristorazione;

d) feste comunque denominate, conseguenti e non conseguenti alle cerimonie civili o religiose, nonché eventi a queste assimilati che si svolgono al chiuso;

e) attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;

f) attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati;

g) partecipazione del pubblico agli spettacoli aperti al pubblico, nonché agli eventi e alle competizioni sportivi, che si svolgono al chiuso.

 

Clima, meteo e salute

  • Clima: Il clima del Pakistan è di tipo continentale arido, con notevoli variazioni locali determinate dalle diverse altitudini. Nelle regioni montuose settentrionali e occidentali si registrano temperature invernali inferiori allo zero; nella valle dell’Indo le temperature variano dai 32 ai 49 °C in estate, mentre nella stagione invernale la media è di circa 13 °C. Le precipitazioni sono scarse in tutto il paese, perlopiù concentrate nei mesi di luglio e agosto, e di qualche rilievo solo nel Punjab con più di 500 mm all’anno, contro i 125 mm delle regioni aride sudorientali e sudoccidentali.

Prevenzione e profilassi

Vaccinazioni obbligatorie

  • FEBBRE GIALLA se…

    La vaccinazione è obbligatoria per coloro che provengono da un paese a rischio di trasmissione ed hanno più di 1 anno di età.

    Questo paese considera il certificato di vaccinazione per la Febbre Gialla valido per la vita (emendamento OMS 11.07.2016).  Consigliamo comunque la verifica diretta prima di partire, considerando i continui cambiamenti nei regolamenti dei singoli paesi.

     

  • POLIOMIELITE

    A coloro che si trattengono nel paese per più di 4 settimane può essere richiesto un certificato di vaccinazione antipolio orale (OPV).

    (Aggiornato a Settembre 2019)

Vaccinazioni consigliate

  • POLIO

    POLIOMIELITE- In seguito agli ultimi dati epidemiologici e relative raccomandazioni emanate dall’OMS, ai viaggiatori che rimangono per più di 4 settimane nel paese, potrebbe essere richiesta, al momento dell’uscita dal paese stesso, la prova di avvenuta vaccinazione contro la Polio. Per essere valida, la vaccinazione deve essere stata somministrata tra 4 settimane e 12 mesi prima della partenza dal paese.

  • EPATITE A

  • EPATITE B

  • FEBBRE TIFOIDE

  • RABBIA

    Se si prevedono escursioni in zone extraurbane, dove può essere più facile il contatto con animali selvatici; in ocasione di safari o battute di caccia, nonché per motivi professionali (veterinari, agronomi, ecc…).

    Vedi scheda vaccinazione

  • SINDROMI DIARROICHE E COLERIFORMI

    – La vaccinazione non è obbligatoria, ma va presa in considerazione a seconda del tipo di viaggio e di permanenza, ma soprattutto in base alla situazione epidemiologica del paese al momento del viaggio.  La nuova formulazione “orale” del vaccino anticolera protegge ora anche dalle infezioni intestinali provocate da molti agenti enterotossici che provocano la “diarrea del viaggiatore”. Il vaccino è quindi consigliato per i viaggi in molti paesi del mondo.

  • TETANO

  • VACCINAZIONI DI ROUTINE

    Assicurati di aver effettuato tutte le vaccinazioni previste dal Sistema Sanitario Nazionale. Queste prevedono: tetano, difterite, polio, pertosse, haemophilus B, epatite B, morbillo, parotite, rosolia, varicella.

Approfondimenti sulla malaria

  • CHE COSA E’

    La Malaria è una malattia infettiva, acuta, presente nel paese, molto legata agli’ ambienti umidi, piovosi, alle stagioni ed alle condizioni meteorologiche. Controlla prima di partire l’itinerario del tuo viaggio e le condizioni meteo delle aree dei tuoi soggiorni. Ricorda che la Malaria è una malattia potenzialmente grave ed anche fatale. Non sottovalutarla. E’ possibile prevenirla con una attenzione al vestiario che ti copra le parti scoperte al tramonto e la notte, all’utilizzo di repellenti e all’ utilizzo di adeguati farmaci per la profilassi, nelle stagioni di maggior rischio.  Per approfondire leggi la scheda sulla malaria

  • NEL PAESE

    Il rischio di malaria esiste tutto l’anno in tutto il paese al di sotto di 2500 metri, soprattutto nelle aree rurali da Luglio e Dicembre.
    Segnalata resistenza del P. falciparum alla clorochina e alla sulfadossina-pirimetamina

    (Aggiornato a Settembre 2019)

  • PROFILASSI

    Doxiciclina, è un ottimo farmaco di scelta per i soggiorni sia in aree turistiche che in viaggi avventurosi, durante trekking e in caso di utilizzo di tende o residenze poco controllate. Farmaco per i soggiorni in residenze protette o aree di lieve rischio, sia per soggiorni a rischio elevato. Devi sapere che la “doxiciclina 100 mg”è un farmaco di scelta non solo per la prevenzione della infezione malarica ma anche per la prevenzione delle infezioni batteriche intestinali e cutanee e verso le infezioni causate da punture di zecca. Per le sue caratteristiche il farmaco è molto versatile, può essere infatti assunto per soggiorni brevissimi o brevi, alcuni giorni o settimane, ma anche nel lungo periodo,cioè per molti mesi. Ti ricordiamo che farmaci a base di tetracicline, compresa la doxiciclina, vengono assunti per oltre 1 anno da ragazzi che manifestano l’acne, cioè infezioni sul volto o tronco. Un farmaco sicuro, efficace, privo o con scarsi effetti collaterali. Ricordiamo che alle dosi di profilassi, 100 mg al giorno, gli effetti di sensibilizzazioni ai raggi solari, sono praticamente assenti. In ogni caso ricordiamo l’uso di creme solari. Farmaco di basso costo.  Non è utilizzabile al di sotto dei 12 anni o in gravidanza, o in caso di allergia o intolleranza alle tetracicline. Si assume tutti i giorni, durante il pranzo, dalla entrata in area a rischio, per una settimana dalla uscita dall’area di rischio malarico.

    Atovaquone-Proguanile, farmaco sul mercato da quasi 20 anni possiede ancora una buona copertura antimalarica per le forme resistenti alla clorochina, anche se sono state descritte da diversi anni forme di resistenza e di scarsa efficacia. Utile per l’utilizzo pediatrico, Utilizzato per periodi non superiori ai 30 giorni, ma utilizzabile fino a 60 giorni. Si assume una compressa tutti i giorni da 2/3 giorni prima di partire ad 1 settimana al rientro.

    Meflochina, farmaco utilizzato da oltre 30 anni, Efficace in profilassi e in terapia. Efficace sia negli adulti che anche in età pediatrica. Efficacia e sicurezza dimostrata anche nelle donne in gravidanza. Utilizzabile in soggetti in buone condizioni di salute. Da non utilizzare nei cardiopatici, soggetti aritmici, neuro e psicopatici, in chi soffre di insonnia. Riferiti sintomi da irritabilità del sistema nervoso periferico e centrale. Da evitare in chi effettua immersioni, soggiorni in alta quota, voli aerei ripetuti e prolungati. Favorevole la modalità di assunzione che prevede una dose settimanale da una settimana prima di partire a 3/4 settimane al rientro.

  • AL RIENTRO

    In caso di febbre, di diarrea o comunque di malessere, è indispensabile consultare senza indugio (in caso di febbre, possibilmente entro 24 ore, per la possibilità di aver contratto la malaria, se si è di ritorno da una zona a rischio) un Medico Specialista o esperto in Malattie Tropicali.

Alert sanitari

  • Dengue 29 Settembre 2019

Superati i 100.000 casi dall’inizio dell’anno. La trasmissione non sembra diminuire e le aree piu colpite sono Selangor, con 55.908 casi, seguita da Kuala Lumpur, con 11.615 e Johor, con 8,610.
Non esiste vaccino e la migliore forma di prevenzione è evitare le punture di zanzara utilizzando repellenti efficaci e adottando un abbigliamento coprente. Outbreaknewstoday.com

Dossier sanitari

Consulta il tuo “cruscotto utente” per l’elenco dei dossier disponibili per questo paese.

Malattie prevalenti sul territorio

  • Endemie

    Malaria_  – Alto rischio di infezione da Plasmodium vivax (70% dei casi) e Plasmodium falciparum (30% dei casi) in tutta la Nazione fatta eccezione per le aree ad un altitudine superiore a 2500 metri.

    Dengue – Aree endemiche del Paese sono rappresentate dalle province di Punjab, di Khyber Pakhtunkhwa e di Sindh.

    Leishmaniosi cutanea – endemica nelle FATA (aree tribali amministrate federalmente).

    Febbre emorragica Congo/Crimea – Casi segnalati ogni anno, soprattutto da giugno a ottobre, in gran parte delle province di Balochistan e Khyber Pakhtunkhwa.

    Diarrea del viaggiatore_  – Nella maggior parte dei casi causata daceppi ETEC (Enterotoxigenic E. coli).

    Poliomielite_ – La trasmissione è persistente e limitata principalmente a Karachi, nel sud del Sindh (divisione di Hyderabad) e al centro della provincia di Khyber Pakhtunkhwa (divisioni di Kohat, Malakand e Peshawar).

     

Pillole di salute

  • Come evitare di ammalarsi

    Dai tempo al tuo organismo di ambientarsi al nuovo clima ed al nuovo ambiente. Prima del viaggio, se possibile, dedica alcune ore alla attività fisica, e abitua il tuo organismo ai nuovi ritmi durante il viaggio…leggi tutto

  • Chi deve vaccinarsi per la febbre gialla

    La vaccinazione contro la Febbre Gialla o Vaccino Antiamarillico, malattia virale acuta, che si trasmette tramite puntura di zanzara, è l’unica pratica preventiva che può essere richiesta obbligatoriamente dalle autorità sanitarie di un Paese per poter entrare attraverso i valichi di frontiera….

    leggi tutto

  • La malaria, attenzione….!

    E’ una malattia infettiva, acuta, spesso ma non sempre febbrile, talvolta caratterizzata da pochi sintomi ma sempre con presenza di grande stanchezza, può essere fortemente debilitante, provocando anemia talvolta grave e molto spesso alterazioni metaboliche ed organiche. Appena entrati nell’organismo i parassiti colonizzano le cellule del fegato che poi vengono via via distrutte creando zone di necrosi (morte cellulale) e di fibrosi puntiforme. Alla lunga il parassita malarico crea lesioni permanenti a livello epatico. (altro che medicine contro la malaria che fanno male al fegato!).
    Ricorda che la protezione dei farmaci utilizzati per la profilassi (prevenzione) è efficace e sicura. Gli eventuali effetti collaterali, raramente presenti, sono sicuramente meno dannosi, sul tuo organismo, rispetto alle conseguenze derivanti dalla malattia stessa. Tali effetti collaterali, sempre temporanei, possono dipendere da dosaggi non corretti o da intolleranze individuali. Devi temere l’azione distruttiva del parassita sul tuo organismo piuttosto che gli effetti collaterali,generalmente non pericolosi dei farmaci antimalarici.
    Febbre, brividi, sudorazione, cefalea nucale, stanchezza ingravescente sono i sintomi più frequenti e caratteristici. Ma non sempre la malaria si presenta in modo così eclatante.  Basta un malessere al rientro dal viaggio a far scattare l’attenzione.
    FAI SUBITO GLI ESAMI DI LABORATORIO PRESSO UN CENTRO SPECIALIZZATO. TI ASPETTIAMO AL CESMET PER  ESCLUDERE CON UNA VISITA E CON ESAMI MIRATI CHE I TUOI SINTOMI PROVENGANO DA UN ATTACCO MALARICO.

    CHIAMA IL CENTRO CLINICO E DIAGNOSTICO TROPICALE                                   La malaria:   scheda tecnica

  • Zanzare & co. – Come proteggersi

    • le  zanzare che trasmettono malattie diverse dalla malaria sono attive durante il giorno ed ovunque vi sia una raccolta di acqua dolce: indossare abiti di colore chiaro, lunghi e con maniche larghe, pantaloni lunghi e larghi, di colore chiaro, magliette o camicie con maniche lunghe e larghe e di colore chiaro da infilare nella cintura dei pantaloni….

    leggi tutto

  • Nuotare con precauzione

    Per prevenire l’eventuale trasmissione di malattie infettive, è opportuno nuotare esclusivamente in piscine con acqua clorata. L’acqua del mare è sicura.
    Fare il bagno in acque contaminate può essere pericoloso per la pelle, gli occhi, le orecchie, le mucose della bocca, specialmente se…

    leggi tutto

  • Il mal di montagna

    E’ un insieme di sintomi che si può manifestare quando l’organismo umano, superati i 2500 metri di altitudine, non si è ancora adeguato alla nuova situazione ambientale.
    Possiamo definire l’alta quota come segue…

    Leggi tutto

  • In valigia

    Montagna o mare, safari e avventura o vacanza di tutto riposo, caldo o freddo: devi preparare il tuo bagaglio  con cura, attenzione, senza esagerare e soprattutto prevedendo ……l’imprevedibile. Abbigliamento appropriato al clima   e non dimenticando mai una piccola farmacia da viaggio.

  • Al rientro a casa

    Quando rientri da un viaggio ricorda di prenderti una pausa di un tempo sufficiente per riadattare il tuo organismo al tuo ambiente ed ai tuoi ritmi di vita. Stanchezza, malessere, senso di vuoto, scarsa capacità alla concentrazione….

    leggi tutto

Informazioni generali

Capitale: Islamabad

Lingua: Urdu, Inglese (ufficiali), Sindi, Panjabi, Pasto

Moneta: Rupia pakistana

Fuso orario: GMT+5

Storia,Economia,Cultura:https://www.cia.gov  http://www.britannica.com/

Sicurezza: www.viaggiaresicuri.it www.dovesiamonelmondo.it

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e