it Italiano
it Italiano

Arabia Saudita – Scheda Paese

Arabia Saudita – Scheda Paese

Trovi interessante questa pagina?

Trovi interessante questa pagina?

Condividila:

Condividila:

Bandiera Arabia SauditaMappa Arabia Saudita

Info COVID-19

 

Dati OMS e AGGIORNAMENTO COVID-19 al 15/01/22

  • https://covid19.who.int/region/emro/country/sa
  • Dal 1 agosto 2021 le Autorità saudite hanno ripristinato il visto turistico, ottenibile attraverso il portale VisitSaudi ( www.visitsaudi.com ), consentendo l’ingresso in Arabia Saudita a condizione di esibire:
    – un certificato di PCR test negativo eseguito nelle 72 ore precedenti l’imbarco sul volo;
    – un certificato di vaccinazione da Covid-19 rilasciato a seguito di somministrazione di cicli completi di vaccino riconosciuti dall’Arabia Saudita (due dosi di Pfizer, AstraZeneca o Moderna oppure una dose di Johnson & Johnson).
    Tutti i turisti in arrivo devono registrare la loro vaccinazione nel portale https://muqeem.sa/#/vaccine-registration/home non più di 72 ore prima del loro arrivo previsto nel Regno. Il numero di registrazione rilasciato al termine di questa procedura viene verificato dalle compagnie aeree prima dell’emissione della carta d’imbarco e dalle autorità saudite all’arrivo. A seguire, sarà anche necessario scaricare e registrarsi sull’app “Tawakkalna”, richiesta anche per l’ingresso nei locali pubblici.
    Per i passeggeri internazionali in possesso di altro tipo di visto (ad esempio visto per affari), l’ingresso in Arabia Saudita sarà autorizzato secondo le seguenti condizioni:
    – certificato di PCR test negativo eseguito nelle 72 ore precedenti l’imbarco sul volo;
    – per i vaccinati: esenzione dalla quarantena, previa registrazione sul portale https://muqeem.sa/#/vaccine-registration/home del certificato di vaccinazione riconosciuto dall’Arabia Saudita (due dosi di Pfizer, AstraZeneca oppure Moderna oppure una dose di Johnson & Johnson);
    – per i non vaccinati: quarantena obbligatoria di cinque giorni a partire dall’ingresso sul territorio saudita da effettuarsi presso la città di arrivo. È richiesto di sottoporsi ad un primo esame molecolare PCR, 24 ore dopo l’arrivo e ad un secondo esame al quinto giorno dall’arrivo. Il periodo di quarantena istituzionale terminerà con la comparsa di un risultato negativo del test sull’applicazione “Tawakkalna”.
    La guarigione dall’infezione da Coronavirus (Covid-19) non è considerata dalle Autorità saudite motivo di esonero dalle procedure di quarantena istituzionale.
    Si attira l’attenzione sul permanere di restrizioni all’ingresso nel Regno per i passeggeri in provenienza (anche solo in transito) da alcuni Paesi indicati dalle Autorità sanitarie saudite. Per la lista completa di tali Paesi e per le tipologie di viaggio per le quali sono previste eccezioni, si rimanda al sito https://www.saudia.com/before-flying/travel-information/announcements-and-travel-updates/covid-19
    L’Autorità per l’aviazione civile saudita ha istruito le compagnie aeree di includere nel prezzo del biglietto aereo il costo per trascorrere il periodo di quarantena in una delle apposite strutture alberghiere indicate dal Ministero del Turismo saudita, nonché il costo dell’assicurazione sanitaria per l’eventualità di contagio.
    Dal 1° agosto 2021 l’accesso alle aree pubbliche (Centri Commerciali, Enti governativi, etc..) è limitato alle sole persone vaccinate registrate sull’app “Tawakkalna”.
    A dicembre 2021 le Autorità saudite hanno annunciato che, a partire dal 2 febbraio 2022, lo status di “Immune” sull’app “Tawakkalna”, e quindi la possibilità di accedere alle aree pubbliche, sarà concesso ai soli vaccinati con tre dosi di vaccino riconosciuto in Arabia Saudita. A partire dal 30 dicembre 2021 vige nuovamente nel Regno l’obbligo di utilizzare la mascherina anche all’aperto.
    In caso di sintomi influenzali sospetti (febbre, mal di gola e difficoltà respiratorie), si raccomanda di consultare il proprio medico di fiducia o chiamare il numero 937 per indicazioni su come procedere, avendo cura di evitare contatti personali per ridurre il rischio di diffusione del virus. I connazionali risultati positivi al test PCR da COVID-19 saranno tenuti a osservare un periodo di isolamento. Per chi è vaccinato con almeno due dosi, il periodo previsto è di 7 giorni. In caso di infezione da COVID-19, si raccomanda in ogni caso la scrupolosa osservanza delle direttive impartite dalle Autorità sanitarie saudite.
    Per le ulteriori misure preventive da rispettare durante il soggiorno in Arabia Saudita si rimanda al sito dell’Ambasciata d’Italia a Riad. (FONTE: MAE)

Clima, meteo e salute

  • Clima: Il clima, a eccezione delle fasce costiere, risulta molto arido nell’entroterra, mentre i litorali sono caldi e umidi. Le temperature in estate sono molto alte e con un tasso di umidità elevatissimo. In inverno invece le temperature di giorno rimangono abbastanza miti, tra i 10 e i 20 °C, mentre di notte, in particolar modo nelle zone desertiche centrali, possono scendere al di sotto dei 12 °C. Lungo le coste la piovosità è scarsa e concentrata nei mesi invernali. La capitale Riyadh ha una piovosità molto bassa.

Prevenzione e profilassi

Vaccinazioni obbligatorie

  • FEBBRE GIALLA se…

    La vaccinazione è obbligatoria per coloro che provengono da un paese a rischio di trasmissione ed hanno più di 1 anno di età e per i viaggiatori che sono stati in transito per più di 12 ore in un aeroporto situato in un paese a rischio di trasmissione.

    Questo paese considera il certificato di vaccinazione per la Febbre Gialla valido per la vita (emendamento 0MS 11.07.2016).  Consigliamo comunque la verifica diretta prima di partire, considerando i continui cambiamenti nei regolamenti dei singoli paesi.

    POLIOMIELITE

    Richiesto certificato di vaccinazione antipolio valido, (non anteriore ai 12 mesi e effettuata almeno 4 settimane prima della partenza) ai viaggiatori provenienti da paesi a rischio trasmissione. (Afghanistan, Mozambico, Myanmar, Niger, Nigeria, Pakistan, Papua Nuova Guinea, Repubblica Democratica del Congo, Siria, Somalia e Yemen)

    MENINGITE

    Richiesto certificato di vaccinazione quadrivalente per meningite meningococcica a coloro- di età superiore ai 2 anni- che arrivano nel paese per motivi religiosi, di turismo o di lavoro in occasione dei pellegrinaggi  Umrah e Hajj.

Aggiornato a Gennaio 2022

Vaccinazioni consigliate

  • MENINGITE

    MENINGITE DA MENINGOCOCCO: Si consiglia la vaccinazione a tutti i viaggiatori diretti alla Mecca compresi quelli per l’Umra. Le Autorità dell’Arabia Saudita a tutti i pellegrini o lavoratori stagionali  richiedono un certificato di vaccinazione antimeningociccocia rilasciato non più di tre anni e non meno di 10 giorni prima dell’arrivo in Arabia Saudita: adulti e bambini di età superiore ai due anni dovranno ricevere il vaccino quadrivalente (ACYW135); i bambini di età compresa tra 3 mesi e due anni dovranno ricevere due dosi del vaccino A distanziate da tre mesi di intervallo. I viaggiatori provenienti da paesi corrispondenti alla “Cintura Meningitica Africana” (v. cartina) dovranno essere provvisti del certificato di vaccinazione avvenuta nel proprio paese non più tardi di tre anni e non prima di 10 giorni dall’arrivo. I casi sospetti saranno isolati preventivamente.

  • EPATITE A

  • EPATITE B

  • FEBBRE TIFOIDE

  • SINDROMI DIARROICHE E COLERIFORMI

    – La vaccinazione non è obbligatoria, ma va presa in considerazione a seconda del tipo di viaggio e di permanenza, ma soprattutto in base alla situazione epidemiologica del paese al momento del viaggio.  La nuova formulazione “orale” del vaccino anticolera protegge ora anche dalle infezioni intestinali provocate da molti agenti enterotossici che provocano la “diarrea del viaggiatore”. Il vaccino è quindi consigliato per i viaggi in molti paesi del mondo.

  • TETANO

  • VACCINAZIONI DI ROUTINE

    Assicurati di aver effettuato tutte le vaccinazioni previste dal Sistema Sanitario Nazionale. Queste prevedono: tetano, difterite, polio, pertosse, haemophilus B, epatite B, morbillo, parotite, rosolia, varicella.

Approfondimenti sulla malaria

  • CHE COSA E’

    La Malaria è una malattia infettiva, acuta, presente nel paese, molto legata agli’ ambienti umidi, piovosi, alle stagioni ed alle condizioni meteorologiche. Controlla prima di partire l’itinerario del tuo viaggio e le condizioni meteo delle aree dei tuoi soggiorni. Ricorda che la Malaria è una malattia potenzialmente grave ed anche fatale. Non sottovalutarla. E’ possibile prevenirla con una attenzione al vestiario che ti copra le parti scoperte al tramonto e la notte, all’utilizzo di repellenti e all’ utilizzo di adeguati farmaci per la profilassi, nelle stagioni di maggior rischio.  Per approfondire leggi la scheda sulla malaria

  • NEL PAESE

    Il paese è in fase di pre- eliminazione della malaria. Casi di trasmissione locale riportati solo in villaggi al confine con lo Yemen (tranne che nelle zone d’alta quota della Provincia di Asir) a causa principalmente del P. falciparum, e soprattutto da Settembre a Gennaio. Il tasso di infezione è ridotto a meno di 0,3 cas /100 000 abitanti. Bassissimo rischio nelle città di La Mecca e Medina.
    (Aggiornato a Settembre 2019)

  • PROFILASSI

    Doxiciclina, è un ottimo farmaco di scelta per i soggiorni sia in aree turistiche che in viaggi avventurosi, durante trekking e in caso di utilizzo di tende o residenze poco controllate. Farmaco per i soggiorni in residenze protette o aree di lieve rischio, sia per soggiorni a rischio elevato. Devi sapere che la “doxiciclina 100 mg”è un farmaco di scelta non solo per la prevenzione della infezione malarica ma anche per la prevenzione delle infezioni batteriche intestinali e cutanee e verso le infezioni causate da punture di zecca. Per le sue caratteristiche il farmaco è molto versatile, può essere infatti assunto per soggiorni brevissimi o brevi, alcuni giorni o settimane, ma anche nel lungo periodo,cioè per molti mesi. Ti ricordiamo che farmaci a base di tetracicline, compresa la doxiciclina, vengono assunti per oltre 1 anno da ragazzi che manifestano l’acne, cioè infezioni sul volto o tronco. Un farmaco sicuro, efficace, privo o con scarsi effetti collaterali. Ricordiamo che alle dosi di profilassi, 100 mg al giorno, gli effetti di sensibilizzazioni ai raggi solari, sono praticamente assenti. In ogni caso ricordiamo l’uso di creme solari. Farmaco di basso costo.  Non è utilizzabile al di sotto dei 12 anni o in gravidanza, o in caso di allergia o intolleranza alle tetracicline. Si assume tutti i giorni, durante il pranzo, dalla entrata in area a rischio, per una settimana dalla uscita dall’area di rischio malarico.

    Atovaquone-Proguanile, farmaco sul mercato da quasi 20 anni possiede ancora una buona copertura antimalarica per le forme resistenti alla clorochina, anche se sono state descritte da diversi anni forme di resistenza e di scarsa efficacia. Utile per l’utilizzo pediatrico, Utilizzato per periodi non superiori ai 30 giorni, ma utilizzabile fino a 60 giorni. Si assume una compressa tutti i giorni da 2/3 giorni prima di partire ad 1 settimana al rientro.

    Meflochina, farmaco utilizzato da oltre 30 anni, Efficace in profilassi e in terapia. Efficace sia negli adulti che anche in età pediatrica. Efficacia e sicurezza dimostrata anche nelle donne in gravidanza. Utilizzabile in soggetti in buone condizioni di salute. Da non utilizzare nei cardiopatici, soggetti aritmici, neuro e psicopatici, in chi soffre di insonnia. Riferiti sintomi da irritabilità del sistema nervoso periferico e centrale. Da evitare in chi effettua immersioni, soggiorni in alta quota, voli aerei ripetuti e prolungati. Favorevole la modalità di assunzione che prevede una dose settimanale da una settimana prima di partire a 3/4 settimane al rientro.

  • AL RIENTRO

    In caso di febbre, di diarrea o comunque di malessere, è indispensabile consultare senza indugio (in caso di febbre, possibilmente entro 24 ore, per la possibilità di aver contratto la malaria, se si è di ritorno da una zona a rischio) un Medico Specialista o esperto in Malattie Tropicali.

Alert sanitari

2 GENNAIO 2022- MERS
Continuano le segnalazioni di casi, seppur rari, di MERS. Negli ultimi 2 mesi del 2021 denunciati 4 casi , per un totale di 17 nel 2021.
Dal 2012 il numero di decessi attribuiti all’infezione ha portato il suo tasso di letalità al 34,4%.
L’uomo contrae la malattia contagiandosi da cammelli infetti. ( MOH.GOV)

Malattie prevalenti sul territorio

  • Endemie

    ENCEFALITE DA ZECCA ED INFEZIONI DA BORRELIA: descritti casi di encefalite virale da puntura di zecca sia in città che nelle steppe circostanti, in particolare nel periodo primaverile ed estivo.. Queste encefaliti si presentano in modo grave, talvolta mortale. Le zecche possono anche essere portatrici di un batterio: BORRELIA. Fare particolare attenzione nelle aree erbose aeroportuali e dove sono segnalate presenza di animali.

    EPATITE B

    HIV

    PARASSITOSI INTESTINALI: diffusi sul territorio focolai di parassiti intestinali da Giardia e di Ameba. Importante l’attenzione agli alimenti ed alle bevande. Il rischio MERS, polmonite da Coronavirus, ad alta mortalità è praticamente assente durante il soggiorno. Può essere possibile imbarcando un passeggero sconosciuto e sintomatico per sintomi respiratori.

    Il rischio di FEBBRE TIFOIDE (da salmonella) e di enteriti batteriche, presente nell’area in questione, è presente, ma è azzerato dalla pratica vaccinale, effettuata da tutto il personale viaggiante per tifo e colera.

    RISCHIO DI MENINGITE: relativamente basso sia nell’area aeroportuale che nei grandi alberghi. Si ricorda che la vaccinazione è sempre una ottima protezione, anche negli ambienti confinati, quali aeroporti e cabine aeree.

    HIV/AIDS: il rischio di contagio da rapporti occasionali e non protetti è presente ma è contenuto nel paese. EBOLA: rischio assente. Nessun problema legato a contagi per malattie infettive.

Pillole di salute

  • Come evitare di ammalarsi

    Dai tempo al tuo organismo di ambientarsi al nuovo clima ed al nuovo ambiente. Prima del viaggio, se possibile, dedica alcune ore alla attività fisica, e abitua il tuo organismo ai nuovi ritmi durante il viaggio…leggi tutto

  • Chi deve vaccinarsi per la febbre gialla

    La vaccinazione contro la Febbre Gialla o Vaccino Antiamarillico, malattia virale acuta, che si trasmette tramite puntura di zanzara, è l’unica pratica preventiva che può essere richiesta obbligatoriamente dalle autorità sanitarie di un Paese per poter entrare attraverso i valichi di frontiera….

    leggi tutto

  • La malaria, attenzione….!

    La malaria, attenzione…!
    E’ una malattia infettiva, acuta, spesso ma non sempre febbrile, talvolta caratterizzata da pochi sintomi ma sempre con presenza di grande stanchezza, può essere fortemente debilitante, provocando anemia talvolta grave e molto spesso alterazioni metaboliche ed organiche. Appena entrati nell’organismo i parassiti colonizzano le cellule del fegato che poi vengono via via distrutte creando zone di necrosi (morte cellulale) e di fibrosi puntiforme. Alla lunga il parassita malarico crea lesioni permanenti a livello epatico. (altro che medicine contro la malaria che fanno male al fegato!).
    Ricorda che la protezione dei farmaci utilizzati per la profilassi (prevenzione) è efficace e sicura. Gli eventuali effetti collaterali, raramente presenti, sono sicuramente meno dannosi, sul tuo organismo, rispetto alle conseguenze derivanti dalla malattia stessa. Tali effetti collaterali, sempre temporanei, possono dipendere da dosaggi non corretti o da intolleranze individuali. Devi temere l’azione distruttiva del parassita sul tuo organismo piuttosto che gli effetti collaterali,generalmente non pericolosi dei farmaci antimalarici.
    Febbre, brividi, sudorazione, cefalea nucale, stanchezza ingravescente sono i sintomi più frequenti e caratteristici. Ma non sempre la malaria si presenta in modo così eclatante.  Basta un malessere al rientro dal viaggio a far scattare l’attenzione.
    FAI SUBITO GLI ESAMI DI LABORATORIO PRESSO UN CENTRO SPECIALIZZATO. TI ASPETTIAMO AL CESMET PER  ESCLUDERE CON UNA VISITA E CON ESAMI MIRATI CHE I TUOI SINTOMI PROVENGANO DA UN ATTACCO MALARICO.

    CHIAMA IL CENTRO CLINICO E DIAGNOSTICO TROPICALE                                   La malaria:   scheda tecnica

  • Zanzare & co. – Come proteggersi

    • le  zanzare che trasmettono malattie diverse dalla malaria sono attive durante il giorno ed ovunque vi sia una raccolta di acqua dolce: indossare abiti di colore chiaro, lunghi e con maniche larghe, pantaloni lunghi e larghi, di colore chiaro, magliette o camicie con maniche lunghe e larghe e di colore chiaro da infilare nella cintura dei pantaloni….

    leggi tutto

  • Nuotare con precauzione

    Per prevenire l’eventuale trasmissione di malattie infettive, è opportuno nuotare esclusivamente in piscine con acqua clorata. L’acqua del mare è sicura.
    Fare il bagno in acque contaminate può essere pericoloso per la pelle, gli occhi, le orecchie, le mucose della bocca, specialmente se…

    leggi tutto

  • In valigia

    Montagna o mare, safari e avventura o vacanza di tutto riposo, caldo o freddo: devi preparare il tuo bagaglio  con cura, attenzione, senza esagerare e soprattutto prevedendo ……l’imprevedibile. Abbigliamento appropriato al clima   e non dimenticando mai una piccola farmacia da viaggio.

  • Al rientro a casa

    Quando rientri da un viaggio ricorda di prenderti una pausa di un tempo sufficiente per riadattare il tuo organismo al tuo ambiente ed ai tuoi ritmi di vita. Stanchezza, malessere, senso di vuoto, scarsa capacità alla concentrazione….

    leggi tutto

Informazioni generali

Capitale: Riyadh

Lingua: Arabo (ufficiale), Inglese

Moneta: Riyal saudita

Fuso orario: GMT+3

Storia,Economia,Cultura: http://www.britannica.com   https://www.cia.gov

Sicurezza: www.viaggiaresicuri.it www.dovesiamonelmondo.it

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e