it Italiano
it Italiano

Hong Kong – Scheda Paese

Hong Kong – Scheda Paese

Trovi interessante questa pagina?

Trovi interessante questa pagina?

Condividila:

Condividila:

Bandiera Hong KongMappa Hong Kong

AGGIORNAMENTO COVID-19 AL 06/12/2021:

Ai fini dell’ingresso a Hong Kong, le autorità locali distinguono tre categorie di Paesi in base a un insieme di fattori di rischio. Le categorie di rischio e i Paesi ivi inclusi possono essere visionati a questo link
 
IMPORTANTE. Il Dipartimento della Salute di Hong Kong ha annunciato l’inserimento dei Paesi in cui sono stati rinvenuti contagi da variante Omicron, tra cui l’Italia, nella categoria ad alto rischio (Gruppo A).  
A partire dalle ore 00.00 di giovedì 2 dicembre possono fare rientro a Hong Kong dall’Italia solamente i residenti in possesso di un certificato di vaccinazione riconosciuto dalle autorità locali, oltre che del certificato di negatività al Covid rilasciato da laboratori autorizzati.
Essi devono inoltre sottoporsi a 21 giorni di quarantena negli alberghi autorizzati.
I non residenti che siano stati in Italia nei 21 giorni precedenti il previsto arrivo a Hong Kong non potranno pertanto farvi ingresso.

N.B. nel caso di voli con scalo è necessario che il passeggero accerti eventuali ulteriori condizioni previste dalle autorità dei paesi di transito (tipologia del test Covid-19, lingua richiesta per la certificazione, condizioni di quarantena/autoisolamento) rispetto a quelle richieste dalle autorità di Hong Kong.
***
PROCEDURE DI IMBARCO, TEST E QUARANTENA PER I PASSEGGERI IN ARRIVO DA TRE CATEROGIE DI RISCHIO PAESE
Tutti i passeggeri in arrivo a Hong Kong  dall’estero (indipendentemente dalla categoria del Paese) dovranno:
A)  Presentare all’imbarco del volo per Hong Kong:

       A.1: un certificato di negatività al Covid-19   (esclusivamente di tipo PCR), in lingua INGLESE o CINESE, emesso da laboratori riconosciuti dalle autorità nazionali del           paese in cui viene effettuato il test. Il campione deve essere prelevato entro le 72 ore dall’orario previsto di partenza dell’aereo con cui si atterrerà ad Hong Kong.
IMPORTANTE: Le Autorità di Hong Kong accettano solo certificati rilasciati da laboratori certificati ISO15189 o riconosciuti dalle autorità sanitarie nazionali del Paese in cui si effettua il test. In Italia occorre pertanto prenotare il test scegliendo uno dei laboratori riconosciuti dal Ministero della Salute italiano presenti sull’elenco, costantemente aggiornato, e reperibile anche sul seguente sito web. Si raccomanda di effettuare la ricerca con anticipo e di contattare il laboratorio prescelto per ricevere assicurazioni sulle tempistiche del rilascio dei certificati.
IMPORTANTE: il certificato di negatività al Covid-19 deve essere redatto integralmente in lingua INGLESE e deve contenere tutti gli elementi presenti nel Covering of Lab Report (nome, cognome, data di nascita, nome del laboratorio con indirizzo, data e ora del prelievo e risultato del test) richiesto dalle compagnie aeree, pena il mancato imbarco.

            A.2:  La dichiarazione consolare firmata digitalmente scaricabile da questo link, allegata alla lista dei laboratori riconosciuti dal Ministero della Salute. Per il Governo di              Hong Kong, tale dichiarazione e la lista possono essere presentati al check-in della linea aerea sia in formato cartaceo che elettronico sullo smartphone, tuttavia alcune              compagnie aeree richiedono la versione cartacea da presentare all’imbarco, per cui si raccomanda di informarsi direttamente con la linea aerea stessa circa            l’accettazione o meno del formato digitale.

              A.3:  Il Modulo “Health & Quarantine” (con codice QR) richiesto dal Governo di Hong Kong, da compilare online non oltre le 48 ore dall’arrivo a Hong Kong.

               A.4: una conferma di prenotazione alberghiera per tutta la durata della quarantena prevista in base alla categoria di rischio del paese di provenienza. E’ possibile                   effettuare la quarantena alberghiera solo in uno degli alberghi designati dal governo elencati in questa lista.

B)   Sottoporsi ad un ulteriore test all’arrivo in aeroporto a Hong Kong e attenderne gli esiti. È necessario tenere in considerazione diverse ore di attesa.

C)   Se negativi al test Covid-19 effettuato in aeroporto, recarsi negli alberghi preposti alla quarantena utilizzando mezzi predisposti ad hoc dalle autorità locali.
Qualora il test all’arrivo all’aeroporto internazionale di Hong Kong risulti positivo, le autorità locali organizzano il ricovero del passeggero presso le strutture ospedaliere adibite.
I passeggeri che risultano negativi ma sono contatti stretti di passeggeri positivi vengono trasferiti invece presso i centri di quarantena governativi.

RIGUARDO AI GREEN PASS, SI ATTIRA L’ATTENZIONE SU QUANTO SEGUE:
Il Governo di Hong Kong riconosce la “Certificazione verde COVID-19, Certificazione di vaccinazione” rilasciata dall’Italia, come valida ai fini dell’ingresso in Hong Kong con i limiti di tipologia di somministrazione specificati nel paragrafo “Quarantine Measures for Inbound Travellers” and “Documentary proof for completion of vaccination” del sito web del Governo: https://www.coronavirus.gov.hk/eng/inbound-travel.html
Non è invece riconosciuta valida ai fini dell’ingresso in Hong Kong la “Certificazione verde COVID-19, Certificazione di test” in luogo della certificazione test di negatività al Covid-19 rilasciata dai laboratori di analisi.
____________________________________________________________________________
Disposizioni per passeggeri in arrivo da Paesi ad alto rischio (Gruppo A), tra i quali l’Italia a partire dalla mezzanotte del 2 dicembre 2021:
Sono autorizzati a prendere voli per Hong Kong:
Residenti di Hong Kong che hanno completato il ciclo vaccinale, dietro presentazione di un valido certificatoMinori sotto i 12 anni di età, anche non vaccinati, accompagnati da residenti di Hong Kong che hanno completato il ciclo vaccinale, dietro presentazione di un valido certificatoI passeggeri autorizzati ad imbarcarsi da Hong Kong dovranno:
Sottoporsi a quarantena alberghiera della durata di 21 giorniSottoporsi a 6 test durante la quarantena alberghieraSottoporsi a ulteriori 7 giorni di auto-monitoraggio dopo la quarantena alberghieraSottoporsi un ulteriore test Covid-19 al ventiseiesimo giorno dall’arrivo a Hong Kong.Disposizioni per passeggeri in arrivo da Paesi a medio rischio (Gruppo B), ovverosia tutti i Paesi fuori dalla Cina non rientranti nella categoria A o C.
Coloro che sono stati solo in Paesi appartenenti al gruppo B nei 14 giorni precedenti l’imbarco
1) Se residenti in Hong Kong e non vaccinati dovranno:
sottoporsi a quarantena alberghiera della durata di 21 giornisottoporsi a 6 test durante la quarantena alberghiera2) Se residenti o non residenti in Hong Kong vaccinati dovranno:
Sottoporsi a una quarantena alberghiera di 14 giornisottoporsi a 4 test durante la quarantena alberghieraosservare 7 giorni di auto-monitoraggio dopo la quarantena alberghierasottoporsi a ulteriori test il sedicesimo e diciannovesimo giorno dall’arrivo a Hong KongATTENZIONE: NON SONO AUTORIZZATI A PRENDERE VOLI PER HONG KONG I VIAGGIATORI NON RESIDENTI IN HONG KONG CHE NON SIANO PIENAMENTE VACCINATI. I VIAGGIATORI NON RESIDENTI IN HONG KONG PIENAMENTE VACCINATI in arrivo da Paesi del gruppo B e che non siano stati nei 21 giorni prima dell’imbarco in Paesi del gruppo A, saranno ammessi a Hong Kong alle stesse condizioni previste per i residenti. Le condizioni di imbarco, quarantena e test obbligatori saranno le stesse previste per i residenti pienamente vaccinati in arrivo dai Paesi del gruppo B.
Disposizioni per passeggeri in arrivo da Paesi a basso rischio (Gruppo C).
Coloro che sono stati solo in Paesi appartenenti al gruppo C nei 21 giorni precedenti l’imbarco
1) Se non vaccinati dovranno:
sottoporsi a quarantena alberghiera della durata di 14 giornisottoporsi a 4 test durante la quarantena alberghieraosservare 7 giorni di auto-monitoraggio dopo la quarantena alberghierasottoporsi a ulteriori test il sedicesimo e diciannovesimo giorno dall’arrivo a Hong Kong2) Se vaccinati dovranno presentare il certificato di vaccinazione all’imbarco e:
Sottoporsi a una quarantena alberghiera di 7 giornisottoporsi a 2 test durante la quarantena alberghieraosservare 7 giorni di auto-monitoraggio dopo la quarantena alberghierasottoporsi a ulteriori 4 test Covid-19
**IMPORTANTE: MINORI NON VACCINATI SOTTO I 12 ANNI DI ETA’**
I minori sotto i 12 anni di età, in arrivo a Hong Kong dai Paesi dai gruppi B e C, accompagnati da adulti vaccinati, dopo aver effettuato la quarantena alberghiera prevista per l’accompagnatore vaccinato potranno auto-isolarsi a casa fino al ventunesimo giorno dall’arrivo a Hong Kong dai paesi del Gruppo B e fino al quattordicesimo giorno dall’arrivo a Hong Kong da paesi del Gruppo C a condizione che tutti coloro che vivono nella stessa abitazione siano vaccinati e che i minori non abbiano contatto con persone non pienamente vaccinate.

VACCINAZIONI EFFETTUATE FUORI HONG KONG
Con riferimento ai certificati relativi a vaccinazioni effettuate al di fuori di Hong Kong, per essere ammissibili, essi:
devono essere redatti integralmente in lingua inglese;devono contenere il nome del passeggero così come presente nei documenti di viaggio;devono essere rilasciati da istituzioni sanitarie riconosciute dalle autorità nazionali del paese in cui si è effettuata la vaccinazione e di cui si riporta la lista nel seguente link;devono indicare il nome del vaccino somministrato e che deve essere incluso nella lista dei vaccini riconosciuti a Hong Kong elencati nel seguente link;devono inoltre riportare il numero delle dosi ricevute e la data di somministrazione dell’ultima dose ricevuta e, per essere considerati validi, devono essere state somministrate il numero di dosi di vaccino indicate nella colonna di destra corrispondente al nome del vaccino.Qualora il certificato non sia conforme a quanto sopra riportato, si potrà inviare una email a consolare.hongkong@esteri.it per una assistenza in merito.

PASSEGGERI IN ARRIVO DALLA CINA CONTINENTALE, MACAO E TAIWAN
A partire dal 4 agosto i visitatori vaccinati che nei 14 giorni precedenti l’arrivo a Hong Kong sono stati in Cina Continentale, al di fuori della Provincia del Guangdong e della Regione Amministrativa Speciale di Macao, dovranno sottoporsi alla quarantena domestica di 14 giorni e a test obbligatori il terzo, settimo e dodicesimo giorno dall’arrivo a Hong Kong.
I viaggiatori vaccinati che nei 14 giorni precedenti l’arrivo a Hong Kong sono stati in Cina Continentale e Macao dovranno sottoporsi a quarantena domestica della durata di 7 giorni e a successivi 7 giorni di auto-monitoraggio nonché a test obbligatori il terzo, quinto, nono dodicesimo, sedicesimo e diciannovesimo giorno dall’arrivo a Hong Kong.
Visitatori non vaccinati che siano stati a Taiwan dovranno presentare un test dell’acido nucleico (PCR) entro 72 ore dall’imbarco per Hong Kong, sottoporsi a quarantena alberghiera di 21 giorni e a quattro test obbligatori durante la quarantena.
Per i visitatori vaccinati che siano stati a Taiwan la quarantena alberghiera è di 14 giorni, seguiti da 7 giorni di auto-monitoraggio e a test obbligatori anche il sedicesimo e diciannovesimo giorno dall’arrivo a Hong Kong. In presenza di vaccinazione e test sierologico (anticorpi) positivo riconosciuto la quarantena alberghiera è ridotta a 7 giorni seguiti da 7 giorni di auto-monitoraggio e test obbligatori il nono, dodicesimo sedicesimo e diciannovesimo giorno dall’arrivo a Hong Kong.
SERVIZI DI TRANSITO AEROPORTUALE
A partire dal 1 giugno 2020 i servizi di transito aeroportuale presso l’aeroporto internazionale di Hong Kong sono ripresi in maniera limitata e graduale.
Fino ad ulteriori comunicazioni, sono consentiti solamente transiti di passeggeri che abbiano effettuato presso l’aeroporto di partenza il check-in anche per il volo in transito a Hong Kong e per la destinazione finale. Ai passeggeri in transito non è consentita l’uscita dalla “transit area” dell’aeroporto.
Il transito al momento non è consentito per voli diretti verso la Cina continentale. I transiti dei voli provenienti dalla Cina continentale sono invece consentiti dal 15 agosto 2020.
Prima di partire si consiglia di monitorare gli avvisi aeroportuali al seguente link: https://www.hongkongairport.com

 

Presso il CESMET Clinica del Viaggiatore si effettuano:

Tamponi Molecolari RT-PCR con risposta a 6h / 12h / 24h /48h, con certificazione medica COVID FREE in lingua inglese;
Tamponi Antigenici con risposta a vista con certificazione medica COVID FREE in lingua inglese, con le seguenti caratteristiche: specificità 99.5%, sensibilità 94.5%, affinità 94%)
Test Sierologici per IgM, IgG per SARS-CoV-2 qualitativi e quantitativi;
– certificazione FIT TO FLY per compagnie aree e paesi richiedenti;

Vengono anche rilasciati i seguenti certificati medici infettivologici, validi seconda indicazione di legge:

1) certificato medico di avvenuta vaccinazione; con valutazione clinica e certificazione di assenza di sintomi da Covid-19
2) certificato medico di avvenuta malattia da Covid-19; con valutazione clinica e certificazione di assenza di sintomi da Covid-19;
3) certificato medico di pregressa infezione da SARS-CoV-2 con positività esame sierologico e presenza di IgG; con valutazione clinica di assenza di sintomi da Covid-19;
4) certificato medico di effettuazione tampone molecolare

 

INGRESSO/RIENTRO IN ITALIA DA PAESI DELL’ELENCO D – DISCIPLINA GENERALE 

Dal 26 ottobre al 15 dicembre 2021 (fatta salva la possibilità di adottare provvedimenti diversi in questo lasso di tempo), in base all’Ordinanza 22 ottobre 2021, all’ingresso/rientro in Italia, se nei quattordici (14) giorni precedenti si è soggiornato/transitato in un Paese dell’elenco D, è obbligatorio:

  1. Compilare un formulario on-line di localizzazione (denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF)  e presentarlo, sul proprio dispositivo mobile o in versione cartacea, al vettore al momento dell’imbarco, e a chiunque sia preposto a effettuare i controlli.
  2. Presentare al vettore, all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia deputato a effettuare i controlli, la certificazione “verde” COVID-19, rilasciata al completamento del ciclo vaccinale ovvero certificazione equipollente, emessa dalle autorità sanitarie competenti a seguito di vaccinazione validata dall’EMA (Agenzia Europea per i Medicinali).
  3. Presentare al vettore, all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia preposto a effettuare i controlli, un certificato che attesti il risultato negativo di un test molecolare o antigenico, condotto con tampone, effettuato nelle settantadue (72) ore precedenti l’ingresso in Italia, da mostrare a chiunque sia preposto ad effettuare questa verifica. Il termine è ridotto a quarantotto (48) ore per gli ingressi dal Regno Unito.

In caso di mancata presentazione della certificazione indicata al punto 2 (certificato di vaccinazione) è comunque possibile entrare in Italia ma è fatto obbligo di:

  • Sottoporsi a test molecolare o antigenico condotto con tampone e risultato negativo, nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia (termine ridotto a 48 ore per gli ingressi dal Regno Unito).
  • Sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria (informando la ASL competente per attivare la sorveglianza) presso l’indirizzo indicato nel dPLF, raggiungibile solo con mezzo privato, per un periodo di cinque (5) giorni.
  • Effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico, condotto con tampone, al termine dei cinque (5) giorni di isolamento.

INGRESSO/RIENTRO IN ITALIA DA CANADA, GIAPPONE o STATI UNITI

Con Ordinanza 22 ottobre 2021, in vigore fino al 15 dicembre 2021, il Ministero della Salute conferma che, se si proviene da Canada, Giappone o Stati Uniti è possibile entrare in Italia anche con una certificazione di guarigione rilasciata dalle Autorità sanitarie locali. Nel caso in cui non vi siano altri soggiorni o transiti in Paesi diversi dai tre qui menzionati, nei quattordici (14) giorni precedenti l’ingresso in Italia, chi voglia entrare/rientrare da questi Paesi senza sottoporsi a isolamento dovrà presentare:

  • Passenger Locator Form debitamente compilato
  • Certificato di vaccinazione o di guarigione, rilasciato dalle Autorità sanitarie locali competenti;
  • Risultato negativo di test molecolare o antigenico condotto con tampone nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia.

In assenza di certificato di vaccinazione o di guarigione, si dovrà comunque effettuare il test pre-partenza e, all’arrivo, sarà necessario sottoporsi a isolamento fiduciario per 5 giorni, con successivo test.

Sono previste deroghe agli obblighi stabiliti per l’ingresso da tutti i Paesi dell’Elenco D. Le deroghe sono riportate nella sezione dedicata.

INGRESSO DI MINORI

Oltre a eventuali casi di deroga espressamente previsti dalla normativa (vedere Deroghe):

  1. Test molecolare o antigenico
  • Da 0 a 5 anni (quindi fino a 6 anni non compiuti): sempre esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico.
  • Da 6 a 17 anni (quindi 18 anni non compiuti): tampone obbligatorio, se previsto dalla normativa applicabile in base alla storia di viaggio nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia.
  1. Isolamento
  • Da 0 a 5 anni (quindi fino a 6 anni non compiuti): sempre esentati dall’isolamento se viaggiano con genitore a sua volta esentato dall’isolamento perché in possesso di certificato di vaccinazione (o di un certificato di guarigione, se riconosciuto dalla normativa applicabile in base alla storia di viaggio dei 14 giorni precedenti).
  • Da 6 a 17 anni (quindi 18 anni non compiuti), sono esentati dall’isolamento se accompagnati da genitore con adeguata certificazione vaccinale o di guarigione (se ciò è previsto dalla normativa applicabile in base alla storia di viaggio nei 14 giorni precedenti). Tuttavia, ove richiesto dalla normativa, devono sottoporsi a test molecolare o antigenico. In assenza di test, anche se il genitore possiede adeguata certificazione, il minore è comunque tenuto all’isolamento (art. 8 comma 3 Ordinanza 22 ottobre 2021).

Clima, meteo e salute

  • Previsioni Meteo
  • Clima: Primavera (da marzo a metà maggio)Le temperature e l’umidità salgono gradualmente in primavera. Le serate possono essere fresche ma è sufficiente indossare una giacca leggera. La temperatura media va da 18°C a 27°C, l’umidità raggiunge l’82%. Estate (da fine maggio a metà settembre) Caldo, con temperature da 26°C a 33°C e umidità intorno all’86%. Maniche corte e vestiti di cotone sono la soluzione migliore, oltre a un maglioncino leggero da indossare negli interni, dove l’aria condizionata è molto diffusa. Ottimi ombrellini o cappelli per ripararsi dal sole. Autunno (da fine settembre ai primi di dicembre)Sole e giornate luminose sono la regola in autunno. Perfette maniche corte e giacche leggere. La temperatura media va da 18°C a 28°C, l’umidità è intorno al 72%. Inverno (da metà dicembre a febbraio) Gli inverni sono miti, con un’umidità bassa intorno al 72%. Sebbene la temperatura vada da 14°C a 20°C, il termometro può scendere a 10°C. Gelate occasionali rendono necessari abiti di lana e cappotti.

Prevenzione e profilassi

Vaccinazioni obbligatorie

  • NESSUNA

    Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per entrare nel paese.

    Aggiornato a Settembre 2019

Vaccinazioni consigliate

  • EPATITE A

  • EPATITE B

  • FEBBRE TIFOIDE

  • SINDROMI DIARROICHE E COLERIFORMI

    – La vaccinazione non è obbligatoria, ma va presa in considerazione a seconda del tipo di viaggio e di permanenza, ma soprattutto in base alla situazione epidemiologica del paese al momento del viaggio.  La nuova formulazione “orale” del vaccino anticolera protegge ora anche dalle infezioni intestinali provocate da molti agenti enterotossici che provocano la “diarrea del viaggiatore”. Il vaccino è quindi consigliato per i viaggi in molti paesi del mondo.

  • TETANO

  • VACCINAZIONI DI ROUTINE

    Assicurati di aver effettuato tutte le vaccinazioni previste dal Sistema Sanitario Nazionale. Queste prevedono: tetano, difterite, polio, pertosse, haemophilus B, epatite B, morbillo, parotite, rosolia, varicella.

  • ENCEFALITE GIAPPONESE

    L’Encefalite Giapponese è una malattia virale veicolata dalle zanzare del genere Culex, endemica in una vasta area dell’Asia, dalla Cina all’Australia, dal Pakistan al Giappone e Filippine.
    Generalmente la trasmissione è predominante nelle zone agricole e rurali, spesso associata alla produzione del riso,
    ma sempre più casi si riscontrano anche nei grandi agglomerati urbani.

Alert sanitari

Al momento non sono stati emanati bollettini da strutture competenti in merito ad emergenze sanitarie di rilievo.

Invitiamo comunque i Viaggiatori a consultare personale sanitario esperto in Medicina dei Viaggi prima di intraprendere il viaggio e recarsi nel paese.

Dossier sanitari

Consulta il tuo “cruscotto utente” per l’elenco dei dossier disponibili per questo paese.

Malattie prevalenti sul territorio

Al momento, non sono registrate endemie per questo paese.

Pillole di salute

  • Come evitare di ammalarsi

    Dai tempo al tuo organismo di ambientarsi al nuovo clima ed al nuovo ambiente. Prima del viaggio, se possibile, dedica alcune ore alla attività fisica, e abitua il tuo organismo ai nuovi ritmi durante il viaggio…leggi tutto

  • Zanzare & co. – Come proteggersi

    • le  zanzare che trasmettono malattie diverse dalla malaria sono attive durante il giorno ed ovunque vi sia una raccolta di acqua dolce: indossare abiti di colore chiaro, lunghi e con maniche larghe, pantaloni lunghi e larghi, di colore chiaro, magliette o camicie con maniche lunghe e larghe e di colore chiaro da infilare nella cintura dei pantaloni….

    leggi tutto

  • Nuotare con precauzione

    Per prevenire l’eventuale trasmissione di malattie infettive, è opportuno nuotare esclusivamente in piscine con acqua clorata. L’acqua del mare è sicura.
    Fare il bagno in acque contaminate può essere pericoloso per la pelle, gli occhi, le orecchie, le mucose della bocca, specialmente se…

    leggi tutto

  • In valigia

    Montagna o mare, safari e avventura o vacanza di tutto riposo, caldo o freddo: devi preparare il tuo bagaglio  con cura, attenzione, senza esagerare e soprattutto prevedendo ……l’imprevedibile. Abbigliamento appropriato al clima   e non dimenticando mai una piccola farmacia da viaggio.

  • Al rientro a casa

    Quando rientri da un viaggio ricorda di prenderti una pausa di un tempo sufficiente per riadattare il tuo organismo al tuo ambiente ed ai tuoi ritmi di vita. Stanchezza, malessere, senso di vuoto, scarsa capacità alla concentrazione….

    leggi tutto

Informazioni generali

Capitale: Hong Kong

Lingua: Cinese (Cantonese), Inglese (entrambi ufficiali)

Moneta: Dollaro di Hong Kong

Fuso orario: GMT +8

Storia,Economia,Cultura: https://www.cia.gov/http://www.britannica.com

Sicurezza: www.viaggiaresicuri.it www.dovesiamonelmondo.it

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e