Argentina – 01 – Consigli brevi per chi viaggia nel paese

Argentina – 01 – Consigli brevi per chi viaggia nel paese

La libreria del viaggiatore:
volumi consigliati

Alcuni consigli

Durante il tuo viaggio in Argentina sarai colpito dalla bellezza degli ambienti e dalla diversità biologica dal nord all’estremo sud del paese. La grande varietà degli ambienti è presente lungo tutto il suo territorio, Dal Nord al Nordest del paese troverai la regione chaqueña: una grande pianura boscosa con clima prevalentemente subtropicale tendente al tropicale. La regione denominata Mesopotamia è circondata da due grandi fiumi, il Paranà e l’Uruguay, e caratterizzata da aree paludose con una flora ed una fauna particolarmente abbondante e varia.  Al Centro ed al Sud l’Argentina si estende per quasi 3700 km da nord a sud e può essere divisa in quattro parti caratterizzate da una grande varietà di paesaggi, dalle immense pianure alle alte montagne andine.  Dalla fredda Patagonia innevata, alle spiagge dell’Oceano Atlantico, alla regione delle Ande. Questi diversi territori offrono paesaggi mozzafiato e un’ampia varietà di attività di ogni tipo.

Alcuni consigli sanitari preliminari
Viaggiando per l’Argentina sarà opportuno arrivare protetti da una serie di vaccinazioni, che ti consentono di affrontare il viaggio senza problemi e preoccupazioni. Troverai nella sezione dedicata alla prevenzione e profilassi vaccinale tutti i consigli opportuni.
Qui voglio anticipare la necessità di effettuare la vaccinazione per la febbre gialla da parte di chi arriva da altri paesi dell’America Latina e Centrale, e per chi si reca nelle aree tropicali a nord del paese. Il virus può essere trasmesso dalla puntura di zanzare del tipo Aedes Aegypti, infettatesi da scimmie portatrici sane del virus, anche se l’evento è particolarmente raro ma  da non escludere.
La vaccinazione per la dengue è un’altra vaccinazione particolarmente consigliata, e tutti i viaggiatori dai 4 anni in su dovrebbero pensare seriamente ad effettuare questo vaccino. Il QDENGA è oramai considerato un vaccino salva vita. Costituito dai 4 virus, vivi attenuati, modula il sistema immune, nei confronti della malattia ed è destinato sia a chi ha avuto la malattia sia a chi non avendola avuta si deve proteggere dall’infezione di questo virus. 

OMS ha dichiarato l’Argentina malaria free dal maggio 2019 – vedi nostro articolo sull’argomento ; nonostante questo possiamo affermare che il rischio malaria in alcune aree sotto i 1500mt delle province di Salta al confine con la Bolivia e nelle province di Chaco, Corrientes e Misiones vicino al confine con il Paraguay e il Brasile è molto basso ma ancora esiste. Questo per problemi di malaria da trasporto (automezzi) e di contiguità (vicinanze aree infette negli altri stati).  Non c’è rischio di malaria nell’area geografica delle Cascate di Iguaçu.
La protezione dalla puntura degli insetti è la prima regola preventiva fortemente consigliate per le malattie mensionate e per altre a trasmissione vettoriale. Tra i repellenti più attivi, quelli naturali a base di “olio di Neem”, il NOZETA, sono quelli da preferire, per le lunghe somministrazioni, ai neonati e bambini, a chi ha pelli sensibili e delicate. PER INFO CLICCA QUI

Dal nostro blog partner

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e