it Italiano
it Italiano

Singapore – Scheda Paese – Aggiornamento COVID-19

Singapore – Scheda Paese – Aggiornamento COVID-19

Trovi interessante questa pagina?

Trovi interessante questa pagina?

Condividila:

Condividila:

 

DATI O.M.S. E AGGIORNAMENTO COVID-19 AL 19/01/2022:

https://covid19.who.int/region/wpro/country/sg

Divieti e limitazioni all’ingresso
Dal 19 ottobre 2021 è entrata in vigore la Vaccinated Travel Lane-VTL che consente a tutti i  viaggiatori provenienti dall’Italia completamente vaccinati (in possesso del certificato COVID digitale dell’UE) di fare ingresso a Singapore per qualsiasi motivo  richiedendo il Vaccinated Travel Pass-VTP eliminando l’obbligo  di quarantena all’arrivo.

Procedura VTL
Dal 23 dicembre 2021 al 21 gennaio 2022 non sarà possibile acquistare nuovi biglietti aerei per voli VTL (Vaccinated Travel Lane). I viaggiatori che hanno acquistato i biglietti di voli VTL in precedenza e sono in possesso di VTP (Vaccinated Travel Pass) potranno comunque entrare a Singapore.
Per usufruire della VTL  i viaggiatori devono aver soggiornato nei 14 giorni precedenti l’arrivo in uno dei paesi inclusi nella VTL (consulta la lista dei Paesi ) o nei Paesi della Categoria I (Hong Kong, Macao, Mainland China, Taiwan)e viaggiare su vettore designato per la VTL, con volo diretto dall’Italia o facente scalo in Paesi presenti nel protocollo VTL Per i dettagli sui voli VTL si invita a consultare i siti delle compagnie aeree.
I minori di 12 anni anche se non vaccinati possono beneficiare della VTL purché accompagnati. I possessori di visti di lungo e di breve periodo devono inoltre presentare richiesta di ingresso tramite il link: https://eservices.ica.gov.sg/STO/VTL per ottenere il Vaccinated Travel Pass-VTP. Per i visitatori a breve termine e’ necessario altresi’ acquistare un’assicurazione di viaggio, con una copertura minima di 30.000 SGD per le cure mediche relative al COVID-19 e i costi di ospedalizzazione.
Prima della partenza i viaggiatori sono tenuti a presentare una dichiarazione sul proprio stato di salute utilizzando questo form e ad effettuare un tampone molecolare PCR o un test antigenico rapido (ART test) effettuato nelle  48 ore precedenti l’imbarco (sono esclusi i minori di 2  anni). All’arrivo in aeroporto sono tenuti ad effettuare il tampone molecolare e ad autoisolarsi fino all’esito del tampone. Dal 3 dicembre per i viaggiatori VTL e’ obbligatorio effettuare un tampone antigenico rapido (ART Test) al 3 e 7 giorno dall’arrivo presso uno di questi centri Quick Test Centres (QTCs) or Combined Test Centres (CTCs)Dal 7 dicembre 2021 i viaggiatori dovranno anche sottoporsi a ART autosomministrati utilizzando self-kit approvati dalle Autorita’ di Singapore nei giorni 2, 4, 5 e 6 dall’arrivo a Singapore. Ulteriori dettagli sulla VTL sono disponibili al sito https://safetravel.ica.gov.sg/vtl/requirements-and-process

Procedura WPHL 
Nel caso in cui non si rispettino le condizioni summenzionate previste per la VTL, ed esclusivamente per i residenti (possessori di visti di lungo periodo e i loro familiari a carico) si applicano le condizioni della Work Pass Holder General Lane  (WPHL) che prevede l’obbligo di vaccinazione e di  approvazione all’ingresso  da parte del  locale Ministry of Manpower (MOM), facendo richiesta tramite questo form.  Prima della partenza questi viaggiatori  sono tenuti a presentare una dichiarazione sul proprio stato di salute utilizzando questo form e ad effettuare un tampone molecolare PCR o un test antigenico rapido (ART test) effettuato nelle  48 ore precedenti l’imbarco (sono esclusi i minori di 2 anni).
All’arrivo sono tenuti ad effettuare il tampone molecolare in aeroporto ad isolarsi per un periodo di 7 giorni presso la propria abitazione anziché nelle strutture designate dal governo e a testarsi nuovamente al termine dell’isolamento.
Durante questo periodo, che non può essere ridotto per nessun motivo, non sarà permesso lasciare la propria abitazione o stanza. Il mancato rispetto di tale termine comporta una multa fino a 10000 dollari di Singapore, una pena detentiva fino a sei mesi e la revoca del permesso di soggiorno. Ulteriori dettagli sulla WPHL sono disponibili al sito https://safetravel.ica.gov.sg/wphl/overview.
Dal 2 giugno 2021 i transiti sono consentiti a quelle compagnie aeree che abbiano ottenuto una preventiva autorizzazione dalla Civil Aviation Authority di Singapore (CAAS) e in automatico a tutti voli operati da Singapore Airlines, AirAsia, Scoot, SilkAir in partenza dagli aeroporti dalle città indicate in questa lista .
Dal 17 luglio 2021 tornano ad essere operativi i voli in partenza da Roma Fiumicino a Singapore per tre giorni a settimana. Ad ogni modo, si raccomanda, prima di mettersi in viaggio, di effettuare adeguate verifiche presso il proprio vettore o la propria agenzia di viaggi e di chiedere loro assistenza per un’eventuale modifica dell’itinerario.
E’ sospeso fino a nuovo ordine lo scalo delle navi da crociera. A partire dal 1 settembre 2021 i cambi di equipaggio sono consentiti nelle circostanze indicate qui.
Per maggiori informazioni sulle misure adottate dalle autorità di Singapore, consultare il sito web del locale Ministero della Salute www.moh.gov.sg, e dell’Autorità Maritime e Portuale www.mpa.gov.sg.

                                          

                                                    Presso il CESMET Clinica del Viaggiatore si effettuano:

Tamponi Molecolari RT-PCR con risposta a 6h / 12h / 24h /48h, con certificazione medica COVID FREE in lingua inglese;
Tamponi Antigenici con risposta a vista con certificazione medica COVID FREE in lingua inglese, con le seguenti caratteristiche: specificità 99.5%, sensibilità 94.5%, affinità 94%)
Test Sierologici per IgM, IgG per SARS-CoV-2 qualitativi e quantitativi;
– certificazione FIT TO FLY per compagnie aree e paesi richiedenti;

Vengono anche rilasciati i seguenti certificati medici infettivologici, validi seconda indicazione di legge:

  • certificato medico di avvenuta vaccinazione; con valutazione clinica e certificazione di assenza di sintomi da Covid-19
    2) certificato medico di avvenuta malattia da Covid-19; con valutazione clinica e certificazione di assenza di sintomi da Covid-19;
    3) certificato medico di pregressa infezione da SARS-CoV-2 con positività esame sierologico e presenza di IgG; con valutazione clinica di assenza di sintomi da Covid-19;
    4) certificato medico di effettuazione tampone molecolare

 

INGRESSO/RIENTRO IN ITALIA DA PAESI DELL’ELENCO E – dal 16 dicembre 2021 al 31 gennaio 2022

Il rientro/l’ingresso in Italia, in caso di soggiorno/transito nei 14 giorni precedenti da questo gruppo di Paesi è sempre consentito ai cittadini italiani/UE/Schengen e loro familiari, nonché ai titolari dello status di soggiornanti di lungo periodo e loro familiari (Direttiva 2004/38/CE). L’Ordinanza 22 ottobre, prorogata fino al 31 gennaio 2022, conferma inoltre la possibilità di ingresso in Italia, dai Paesi dell’elenco E, per le persone che hanno una relazione affettiva comprovata e stabile (anche se non conviventi) con cittadini italiani/UE/Schengen o con persone fisiche che siano legalmente residenti in Italia (soggiornanti di lungo periodo), che debbano raggiungere l’abitazione/domicilio/residenza del partner (in Italia). È consentito l’ingresso in Italia per atleti, tecnici, giudici e commissari di gara, rappresentanti della stampa estera e accompagnatori a competizioni sportive di livello agonistico, riconosciute di preminente interesse nazionale, come da art. 5, co. 2, lettera m) dell’Ordinanza 22 ottobre 2021. Se non si rientra nelle categorie già citate, l’ingresso in Italia è consentito solo per motivi di lavoro, studio, salute, assoluta urgenza, rientro presso domicilio/residenza/abitazione in Italia propria.

All’ingresso/rientro in Italia da questi Paesi, è obbligatorio:

  • Compilare un formulario on-line di localizzazione (denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF), da mostrare in cartaceo o sul proprio dispositivo mobile al vettore, al momento dell’imbarco, e a chiunque sia preposto a effettuare i controlli.  È opportuno essere pronti a mostrare eventuale documentazione di supporto e a rispondere a eventuali domande da parte del personale preposto ai controlli.
  • Presentare al vettore, all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia preposto ai controlli, un certificato che attesti il risultato negativo di un test molecolare condotto con tampone, effettuato nelle settantadue (72) ore precedenti l’ingresso in Italia, ovvero di un test antigenico condotto con tampone, effettuato nelle ventiquattro (24) ore precedenti l’ingresso in Italia.
  • Sottoporsi comunque a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria (informando la ASL competente per attivare la sorveglianza) per un periodo di dieci (10) giorni, presso l’indirizzo indicato sul dPLF, raggiungibile solo con mezzo privato.
  • Al termine dei dieci (10) giorni di isolamento fiduciario, è obbligatorio effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico, condotto con tampone.
  • È consentito il transito aeroportuale, senza uscire dalle zone dedicate dell’aerostazione.

Sono previste deroghe a tali obblighi. Le deroghe sono riportate nella sezione dedicata.

INGRESSO DI MINORI

Oltre a eventuali casi di deroga espressamente previsti dalla normativa (vedere Deroghe):

  1. Test molecolare o antigenico
  • Da 0 a 5 anni (quindi fino a 6 anni non compiuti): sempre esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico.
  • Da 6 a 17 anni (quindi 18 anni non compiuti): tampone obbligatorio, se previsto dalla normativa applicabile in base alla storia di viaggio nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia.
  1. Isolamento
  • Da 0 a 5 anni (quindi fino a 6 anni non compiuti): sempre esentati dall’isolamento se viaggiano con genitore a sua volta esentato dall’isolamento perché in possesso di certificato di vaccinazione (o di un certificato di guarigione, se riconosciuto dalla normativa applicabile in base alla storia di viaggio dei 14 giorni precedenti).
  • Da 6 a 17 anni (quindi 18 anni non compiuti), sono esentati dall’isolamento se accompagnati da genitore con adeguata certificazione vaccinale o di guarigione (se ciò è previsto dalla normativa applicabile in base alla storia di viaggio nei 14 giorni precedenti). Tuttavia, ove richiesto dalla normativa, devono sottoporsi a test molecolare o antigenico. In assenza di test, anche se il genitore possiede adeguata certificazione, il minore è comunque tenuto all’isolamento (art. 8 comma 3 Ordinanza 22 ottobre 2021).

 

 

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e