it Italiano
it Italiano

India – Scheda Paese

India – Scheda Paese

Trovi interessante questa pagina?

Trovi interessante questa pagina?

Condividila:

Condividila:

Bandiera IndiaMappa India

 

India scheda COVID-19:

INDIA:  COVID-19  I CASI IN DIRETTA (CLICCA SUL PAESE)

AVVISI UFFICIALI PER I VIAGGI INTERNAZIONALI DA/PER ITALIA
SUDDIVISIONE DEI PAESI IN CINQUE ELENCHI 

Al 16.5.2021  per COVID-19.

Normativa per l’entrare in ITALIA

NORMATIVA ITALIANA: Dal 16 maggio al 30 luglio 2021:
gli spostamenti da e per l’estero sono disciplinati da:
DPCM 2 marzo 2021,
Ordinanza 29 aprile 2021 (in vigore fino al 30 maggio)
Ordinanza 14 maggio 2021.
Ordinanza 6 maggio 2021 del Ministro della Salute:

Per chi entra in Italia:
fino al 30 maggio 2021 è in vigore il divieto di ingresso a tutti coloro che hanno soggiornato o siano transitati anche in aeroporto in tutti gli stati dell’India nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia.
ECCEZIONI al divieto di entrare in Italia. Possono rientrare in Italia:
– i cittadini italiani che siano legalmente residenti in Italia da prima del 29 aprile;
– i cittadini italiani iscritti in AIRE;
– coloro che abbiano ragioni umanitarie o sanitarie indifferibili (questi ultimi devono richiedere un’autorizzazione espressa al Ministero della Salute italiano).

Per tutti coloro a cui è accordato il permesso di entrare in ITALIA, è fatto obbligo di quarantena presso strutture individuate dalle autorità sanitarie italiane (“Covid-Hotel”).

Per i divieti di entrata in Italia e in diversi paesi europei il traffico aereo è fortemente ridotto e ciò può costituire impedimento al rientro in Italia anche per chi ne ha diritto.

Criticità sanitaria in INDIA

L’accesso alle strutture sanitarie ed alle cure mediche in molti Stati e Territori dell’Unione Indiana, in questo momento, è fortemente limitato a causa della difficoltà delle strutture sia pubbliche che private di accettare malati per l’elevato numero di casi di Covid-19. Le terapie intensive ed i reparti di medicina sono al collasso e non riescono ad assorbire le richieste continue di soccorso ed assistenza.
Si invitano i cittadini italiani e coloro che fanno parte delle categorie di persone autorizzate al rientro in Italia a contattare la linea aerea prescelta, per verificarne l’effettiva operatività verso l’Italia.

Voli internazionali da e verso l’India
La sospensione dei voli internazionali dall’Italia per l’India e dall’India per l’Italia è estesa fino al 31 maggio 2021. Sono operativi alcuni voli speciali che assicurano un canale di collegamento controllato. Tutti i regolari voli commerciali dall’India per l’Italia non sono attualmente operativi e per raggiungere l’Italia dall’India è necessario servirsi di voli con scalo in altri paesi Europei ed extraeuropei ancora aperti alle rotte con l’India.
Lufthansa e AirFrance/KLM hanno confermato al momento i rispettivi piani di volo per il mese di maggio 2021 tra l’India e l’Europa. Sono confermati alcuni voli a settimana in partenza da Delhi, Mumbai e Bangalore.
Si invitano i cittadini italiani e coloro che possono rientrare in Italia interessati a rientrare in Italia a prendere tempestivo contatto con la linea aerea prescelta per verificarne l’effettiva operatività.
Dal 26 aprile 2021, la Germania ha vietato il transito Schengen per chi arriva in aeroporti tedeschi dall’India. Per questo motivo non si potrà arrivare in Italia dalla Germania provenendo dall’India. Sarà opportuno ricercare mete alternative. La Francia e i Paesi Bassi consentono il transito Schengen, e quindi il rientro in Italia, ai soli cittadini europei.

Adempimenti obbligatori per l’ingresso in territorio indiano per coloro che si devono recare in India:  Almeno 72 ore prima dell’arrivo, i passeggeri dovranno
1. Richiedere un “Certificato di negatività al Covid-19” rilasciato a seguito di tampone molecolare naso-faringeo RT-PCR per SARS-CoV-2 eseguito nelle 72 ore (3 giorni) precedenti l’arrivo nel Paese.
2. compilare un’auto-dichiarazione sul portale www.newdelhiairport.in (sezione Air Suvidha in alto a destra nella homepage). Nel registrarsi, dovranno impegnarsi a sottoporsi a 7 giorni di quarantena istituzionale obbligatoria da trascorrere nelle strutture indicate dalle Autorità locali, le cui spese sono a carico del cittadino straniero, seguiti da 7 giorni di isolamento fiduciario domestico.
3. Presentando un certificato di negatività al Covid-19 a seguito di tampone molecolare RT-PCR (tampone) eseguito entro le 72 ore precedenti il viaggio il passeggero potrà fare istanza di esenzione dalla quarantena e dall’isolamento fiduciario domestico. Il certificato deve essere caricato sul citato portale.
4. Qualora le autorità indiane concedano l’esenzione, i passeggeri saranno tenuti ad osservare 14 giorni di auto-monitoraggio sanitario.
5. A partire dal 22 febbraio 2021, tutti i passeggeri di voli in arrivo o transito da Europa continentale, Regno Unito e Medio Oriente sono obbligatoriamente sottoposti a test molecolare RT-PCR al loro arrivo in aeroporto indiano, a proprie spese. (Il test molecolare da effettuarsi all’arrivo in aeroporto indiano può essere prenotato sul portale www.newdelhiairport.in (sezione Air Suvidha) all’atto del caricamento del certificato di negatività al Covid-19.

Voli nazionali in India
Per spostarsi in aereo all’interno dell’India non occorre alcuna autorizzazione. Non esiste infatti alcuna restrizione. L’accesso all’aerostazione è consentito solamente ai viaggiatori muniti di biglietto aereo per la destinazione finale e il passaporto. Ai fini dell’accesso in aeroporto è necessario a tutti i passeggeri attivare sul proprio cellulare l’applicazione di tracciamento gratuita Aarogya Setu.
All’arrivo nella città di destinazione all’interno degli stati della federazione indiana, i viaggiatori possono essere soggetti a quarantena, stabilità dalle Autorità statali o municipali, o presentare allo sbarco un certificato medico che attesti la negatività al Covid-19 a test RT-PCR (tampone molecolare). Prima di mettersi in viaggio tra uno stato e l’altro è necessario verificare sempre la sussistenza di tali eventuali restrizioni all’arrivo.
Consultare sempre i programmi di volo delle compagnie che viaggiano tra le nazioni della Confederazione indiana.

Visti di ingresso indiani dall’ITALIA
Dal 21 ottobre 2020 le Autorità indiane hanno ripristinato la validità di “tutte le categorie di visto”, ad eccezione dei visti turistici e medici nonché’ di quelli rilasciati in formato elettronico (e-Visa).
Per elementi dettagliati e aggiornati in merito a quanto sopra si consiglia di far riferimento al sito internet dell’Ufficio immigrazione indiano (Bureau of Immigration: https://boi.gov.in) e di prendere contatto diretto con l’Ambasciata indiana a Roma o il Consolato Generale indiano a Milano.

Italiani che si trovano in India con visti scaduti:
Gli italiani che si trovino in India con un visto non più valido, o che abbiano superato il tempo massimo di permanenza consecutiva permessa, sono autorizzati dalle Autorità indiane a restare nel Paese per un massimo di 30 giorni successivi alla formale ripresa dei voli internazionali commerciali di linea. E’ consentito rimanere sul territorio nazionale indiano, senza incorrere in sanzioni o dovere pagare multe. Si potrà chiedere l’emissione di un “exit permit”, presentando la domanda sul sito web di FRRO.

Gli italiani presenti in India in questo periodo segnalino con urgenza la propria presenza all’Ambasciata d’Italia a New Delhi o ai Consolati Generali a Mumbai e a Calcutta, a secondo della zona del Paese in cui ci si trova.
In caso di positività al Covid-19, si invita a prendere immediato contatto con l’Ambasciata a New Delhi o con i Consolati Generale di Calcutta e Mumbai, a seconda della zona del Paese in cui ci si trova.

Disposizioni aggiuntive del Governo del Territorio Nazionale della Capitale Delhi
Si segnala che, il 16 maggio 2021, il Governo del Territorio Nazionale della Capitale Delhi ha esteso la serrata in corso fino al 24 maggio 2021. (ZONA ROSSA)
La circolazione nel territorio della capitale è fortemente limitata e soltanto i servizi essenziali sono assicurati.

Disposizioni aggiuntive del Governo del Maharashtra a partire dal 27 dicembre 2020
Dal 27 dicembre 2020 il Governo del Maharashtra ha stabilito che i passeggeri in arrivo a Mumbai con voli provenienti da tutti i Paesi europei, dal Medio Oriente e dal Sud Africa, dovranno obbligatoriamente sottoporsi a 14 giorni di quarantena.
La quarantena è istituzionale, ossia in una struttura (per lo più alberghi) indicata dalle Autorità locali ai singoli passeggeri al loro arrivo in India. I costi sono a carico del passeggero. E’ stata data indicazione alle strutture di accoglienza di ritirare i passaporti, in modo da evitare che i passeggeri si sottraggano alla misura.
Al 7° giorno di quarantena istituzionale, ai passeggeri verrà eseguito un test molecolare per accertare la presenza di Covid-19. In caso di risultato negativo, il passeggero potrà trascorrere il resto della quarantena presso il proprio domicilio o altro luogo di elezione.
Il risultato verrà stampigliato sulla mano, in modo che eventuali violazioni siano immediatamente evidenti e perseguibili da parte delle Autorità locali.
Solo al termine della quarantena il passeggero sarà libero di circolare, sempre nel rispetto delle regole in vigore.
In caso di esito positivo al tampone, il passeggero sarà trasferito in ospedale per ricevere le cure del caso. La misura non ha una data di termine e non ammette eccezioni.

Resta l’obbligo per i possessori di passaporto italiano di presentare al momento dello sbarco a Mumbai, oltre a un valido titolo di ingresso, un certificato che dichiari la negatività al Covid-19, ottenuto a seguito di test molecolare effettuato non oltre le 72 ore precedenti l’arrivo.

Clima, Meteo e Salute

  • Previsioni settimanali
  • Clima del paese Le temperature e le precipitazioni variano da regione a regione. Esistono comunque tre stagioni principali: l’inverno (da novembre a marzo); l’estate (da aprile a giugno); il monsone (da luglio a settembre-ottobre). Nell’inverno, non piovoso, le temperature possono essere rigide nel nord e nella regione pre-hYmalaiana e hymalaiana. A New Delhi esse oscillano tra i 6 °C ed i 21 °C. In estate, si registrano temperature elevate in tutto il paese- ed in particolare nelle grandi pianure del Nord- con punte anche ben superiori a 40 °C: Durante il monsone le temperature si mantengon elevate (superiori ai 30 °C) , in presenza di elevati livelli di umidità.

Prevenzione e profilassi

Vaccinazioni obbligatorie

  • FEBBRE GIALLA se….

    FEBBRE GIALLA: ogni persona (ad eccezione dei bambini di meno di sei mesi), proveniente per via aerea o marittima senza il certificato di vaccinazione viene isolata per un massimo di 6 giorni, (i) se ha lasciato una area dove è presente il rischio di trasmissione della malattia meno di 6 giorni prima del suo arrivo, o (ii) se è passata in transito in una di quelle zone, fatta eccezione, per quei passeggeri e membri dell’equipaggio che, per tutta la durata del loro transito in un aeroporto situato in un’area dove è presente il rischio di trasmissione della malattia, soggiornino negli edifici dell’aeroporto, posto che il medico dell’aeroporto consenta questa deroga, o (iii) se è arrivata con una nave che ha lasciato o toccato un porto situato in una area dove è presente il rischio di trasmissione della malattia meno di 30 giorni prima del suo arrivo in India, salvo che questa nave sia stata disinfestata conformemente alla procedura stabilita dall’OMS, o (iv) se è arrivata con un aereo che, essendosi trovato in un’area dove è presente il rischio di trasmissione della malattia, non sia stato disinfestato conformemente alle disposizioni del Regolamento dell’India per la Navigazione aerea (Sanità pubblica), del 1954 o alle disposizioni raccomandate dall’OMS. I paesi e zone seguenti sono considerati a rischio di trasmissione: –Africa: Angola, Benin, Burkina Faso, Burundi, Camerun, Ciad, Congo, Costa d’Avorio, Etiopia, Gabon, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea Bissau, Guinea Equatoriale, Kenya, Liberia, Mali, Mauritania, Niger, Nigeria, Repubblica Centroafricana, Repubblica Democratica del Congo,Ruanda, Senegal, Sierra Leone, Sudan,Sud Sudan, Togo, Uganda. –America: Argentina, Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Guyana, Guyana Francese, Panama, Paraguay, Perù, Suriname, Trinità e Tobago, Venezuela. Nota: Quando un caso di febbre gialla viene segnalato in un paese diverso da quelli sopra menzionati, tale paese viene considerato dal Governo dell’India come area dove è presente il rischio di trasmissione della malattia ed è aggiunto a questa lista.

    Questo paese considera il certificato di vaccinazione per la Febbre Gialla valido per la vita (emendamento 0MS 11.07.2016). Consigliamo comunque la verifica diretta prima di partire, considerando i continui cambiamenti nei regolamenti dei singoli paesi.

    Aggiornato a Settembre 2021

Vaccinazioni consigliate

  • EPATITE A

    per saperne di più….

  • EPATITE B

    per saperne di più….

  • FEBBRE TIFOIDE

    per saperne di più….

  • POLIO

    per saperne di più…

  • SINDROMI DIARROICHE E COLERIFORMI

    – La vaccinazione non è obbligatoria, ma va presa in considerazione a seconda del tipo di viaggio e di permanenza, ma soprattutto in base alla situazione epidemiologica del paese al momento del viaggio. La nuova formulazione “orale” del vaccino anticolera protegge ora anche dalle infezioni intestinali provocate da molti agenti enterotossici che provocano la “diarrea del viaggiatore”. Il vaccino è quindi consigliato per i viaggi in molti paesi del mondo.

  • TETANO

    per saperne di più…

  • VACCINAZIONI DI ROUTINE

    Assicurati di aver effettuato tutte le vaccinazioni previste dal Sistema Sanitario Nazionale. Queste prevedono: tetano, difterite, polio, pertosse, haemophilus B, epatite B, morbillo, parotite, rosolia, varicella.

  • ENCEFALITE GIAPPONESE

    L’Encefalite Giapponese è una malattia virale veicolata dalle zanzare del genere Culex, endemica in una vasta area dell’Asia, dalla Cina all’Australia, dal Pakistan al Giappone e Filippine.
    Generalmente la trasmissione è predominante nelle zone agricole e rurali, spesso associata alla produzione del riso,
    ma sempre più casi si riscontrano anche nei grandi agglomerati urbani.

Approfondimenti sulla malaria

  • CHE COSA E’

    La Malaria è una malattia infettiva, acuta, presente nel paese, molto legata agli’ ambienti umidi, piovosi, alle stagioni ed alle condizioni meteorologiche. Controlla prima di partire l’itinerario del tuo viaggio e le condizioni meteo delle aree dei tuoi soggiorni. Ricorda che la Malaria è una malattia potenzialmente grave ed anche fatale. Non sottovalutarla. E’ possibile prevenirla con una attenzione al vestiario che ti copra le parti scoperte al tramonto e la notte, all’utilizzo di repellenti e all’ utilizzo di adeguati farmaci per la profilassi, nelle stagioni di maggior rischio. Per approfondire leggi la scheda sulla malaria

  • NEL PAESE

    Il rischio di malaria (P. vivax 40-50%, P. falciparum 50-60%, P. malariae and P. ovale rari) esiste tutto l’anno nell’intero Paese al di sotto dei 2000 metri, in tutto il paese, comprese le città di Bombay (Mumbai) e Delhi, tranne  nelle aree> 2.000 m (6.562 piedi) in Himachal Pradesh, Jammu e Kashmir e Sikkim . Il rischio da P. falciparum è maggiore negli stati nord orientali, nelle isole Andamane e Nicobare, negli stati di Chattisgarh, Gujarat, Jharkhand, Karnataka, Madhya Pradesh, Maharasthra , Orissa, e West Bengala .

    Aggiornato a Settembre 2019

    Map 3-29. Malaria in India

    da CDC- YELLOW BOOK 2018

  • PROFILASSI

    E’ opportuno informarsi presso i centri specializzati la necessità di effettuare profilassi farmacologica e con quale farmaco.Nelle aree a rischio per Pl. Vivax è consigliato l’utilizzo di Clorochina, senza altri farmaci; nelle altre aree, dove è denunciata la presenza di Pl. Falciparum si consiglia l’utilizzo dei seguenti farmaci: doxiciclina, sopra i 12 anni, anche per periodi prolungati, in soggiorni avventurosi, in tenda, o per treccking, oppure atovaquone-proguanile, nella npopolazione sotto i 12 anni, e nella popolazione adulta, in alternativa al bassado.

    E’ opportuno informarsi presso i centri specializzati la necessità di effettuare profilassi farmacologica e con quale farmaco.Nelle aree a rischio per Pl. Vivax è consigliato l’utilizzo di Clorochina, senza altri farmaci; nelle altre aree, dove è denunciata la presenza di Pl. Falciparum si consiglia l’utilizzo dei seguenti farmaci: doxiciclina, sopra i 12 anni, anche per periodi prolungati, in soggiorni avventurosi, in tenda, o per trekking, oppure atovaquone-proguanile, nella popolazione sotto i 12 anni, e nella popolazione adulta, in alternativa alla doxiciclina.
    Meflochina, nei giovani adulti, in buono stato di salute e soggetti esenti da malattie cardiovascolari e neurologiche e psichiatriche. Non utilizzare negli stati d’ansia ed in caso di insonnia.

  • AL RIENTRO

    In caso di febbre, di diarrea o comunque di malessere, è indispensabile consultare senza indugio (in caso di febbre, possibilmente entro 24 ore, per la possibilità di aver contratto la malaria, se si è di ritorno da una zona a rischio) un Medico Specialista o esperto in Malattie Tropicali.

Alert sanitari

 

28 Ottobre 2019- Malaria
Lo stato del Punjab è considerato a basso rischio malarico, ma negli ultimi 2 anni i casi sono aumentati rispetto allo scorso anno.
Si consiglia ai viaggiatori diretti nel paese di informarsi sulla migliore profilassi da effettuare e di evitare la punture di zanzara con repellenti efficaci e abbigliamento coprente.

30 Luglio 2019- Encefalite giapponese- Nello stato di Uttar Pradesh è stato dimostrato che nel 2019 l’aumento dei casi annuali di “Sindrome di Encefalite Acuta” (AES), è determinato dall’aumento dei casi di Encefalite Giapponese nel territorio. Nel passato i casi di Encefalite Giapponese hanno inciso per il 4% dei casi totali di AES. In questi mesi del 2019 la prevalenza è aumentata progressivamente fino a raggiungere il 25% dei……leggi tutto

29 Luglio 2019- Dengue
New Delhi- Iniziata la stagione monsonica in India, particolarmente calda e poco piovosa quest’anno. In crescita, come ogni anno, i casi di Febbre da Dengue. La Dengue è… leggi tutto

29 Luglio 2019 – Malaria
Malaria nella città di New Dehli. Dall’inizio dell’anno i casi diagnosticati nella Capitale New Delhi sono stati più di 80, di cui circa il 50%…….leggi tutto

Dossier sanitari

Consulta il tuo “cruscotto utente” per l’elenco dei dossier disponibili per questo paese.

Malattie prevalenti sul territorio

  • Endemie

    Malaria_ – Il rischio di infezione esiste tutto l’anno in tutto il Paese, fatta eccezione per le aree ad altitudini >2000 metri. La maggior parte dei casi sono segnalati nelle aree di foresta negli stati di Madhya Pradesh, Maharashtra, Orissa, Gujarat, Rajasthan,

    Bihar e Karnataka. Le due specie principali in India sonoPlasmodium vivax (50%) e P. falciparum (40%); P. malariae è stato riportato nell’India orientale (nello stato di Odisha) mentre P. ovale sembra essere estremamente raro se non del tutto assente.

    Dengue – Focolai di febbre dengue si verificano regolarmente in India.

    Diarrea del viaggiatore – da ceppi ETEC (Enterotoxigenic E. coli).

    Encefalite Giapponese: Nel 2017 , nello stato dei Maharashtra sono stati confermati 26 casi di Encefalite Giapponese. Ciò che preoccupa maggiormente è la tendenza all’espansione del’area di diffusione del virus e la sua capacità di adattarsi, anche in aree non endemiche. Ben 21 dei 26 casi di cui sopra sono infatti insorti in aree non endemicheMalaria_ – Il rischio di infezione esiste tutto l’anno in tutto il Paese, fatta eccezione per le aree ad altitudini >2000 metri. La maggior parte dei casi sono segnalati nelle aree di foresta negli stati di Madhya Pradesh, Maharashtra, Orissa, Gujarat, Rajasthan,
    Dengue – Focolai di febbre dengue si verificano regolarmente in India.
    Diarrea del viaggiatore – da ceppi ETEC (Enterotoxigenic E. coli).
    Encefalite Giapponese: Nel 2017 , nello stato dei Maharashtra sono stati confermati 26 casi di Encefalite Giapponese. Ciò che preoccupa maggiormente è la tendenza all’espansione del’area di diffusione del virus e la sua capacità di adattarsi, anche in aree non endemiche. Ben 21 dei 26 casi di cui sopra sono infatti insorti in aree non endemiche

Pillole di salute

  • Come evitare di ammalarsi

    Dai tempo al tuo organismo di ambientarsi al nuovo clima ed al nuovo ambiente. Prima del viaggio, se possibile, dedica alcune ore alla attività fisica, e abitua il tuo organismo ai nuovi ritmi durante il viaggio…leggi tutto

  • Chi deve vaccinarsi per la febbre gialla

    La vaccinazione contro la Febbre Gialla o Vaccino Antiamarillico, malattia virale acuta, che si trasmette tramite puntura di zanzara, è l’unica pratica preventiva che può essere richiesta obbligatoriamente dalle autorità sanitarie di un Paese per poter entrare attraverso i valichi di frontiera….

    leggi tutto

  • La malaria, attenzione….!

    E’ una malattia infettiva, acuta, spesso ma non sempre febbrile, talvolta caratterizzata da pochi sintomi ma sempre con presenza di grande stanchezza, può essere fortemente debilitante, provocando anemia talvolta grave e molto spesso alterazioni metaboliche ed organiche. Appena entrati nell’organismo i parassiti colonizzano le cellule del fegato che poi vengono via via distrutte creando zone di necrosi (morte cellulale) e di fibrosi puntiforme. Alla lunga il parassita malarico crea lesioni permanenti a livello epatico. (altro che medicine contro la malaria che fanno male al fegato!).
    Ricorda che la protezione dei farmaci utilizzati per la profilassi (prevenzione) è efficace e sicura. Gli eventuali effetti collaterali, raramente presenti, sono sicuramente meno dannosi, sul tuo organismo, rispetto alle conseguenze derivanti dalla malattia stessa. Tali effetti collaterali, sempre temporanei, possono dipendere da dosaggi non corretti o da intolleranze individuali. Devi temere l’azione distruttiva del parassita sul tuo organismo piuttosto che gli effetti collaterali,generalmente non pericolosi dei farmaci antimalarici.
    Febbre, brividi, sudorazione, cefalea nucale, stanchezza ingravescente sono i sintomi più frequenti e caratteristici. Ma non sempre la malaria si presenta in modo così eclatante. Basta un malessere al rientro dal viaggio a far scattare l’attenzione.
    FAI SUBITO GLI ESAMI DI LABORATORIO PRESSO UN CENTRO SPECIALIZZATO. TI ASPETTIAMO AL CESMET PER ESCLUDERE CON UNA VISITA E CON ESAMI MIRATI CHE I TUOI SINTOMI PROVENGANO DA UN ATTACCO MALARICO.

    CHIAMA IL CENTRO CLINICO E DIAGNOSTICO TROPICALE La malaria: scheda tecnica

  • Zanzare & co. – Come proteggersi

    • le zanzare che trasmettono malattie diverse dalla malaria sono attive durante il giorno ed ovunque vi sia una raccolta di acqua dolce: indossare abiti di colore chiaro, lunghi e con maniche larghe, pantaloni lunghi e larghi, di colore chiaro, magliette o camicie con maniche lunghe e larghe e di colore chiaro da infilare nella cintura dei pantaloni….

    leggi tutto

  • Nuotare con precauzione

    Per prevenire l’eventuale trasmissione di malattie infettive, è opportuno nuotare esclusivamente in piscine con acqua clorata. L’acqua del mare è sicura.
    Fare il bagno in acque contaminate può essere pericoloso per la pelle, gli occhi, le orecchie, le mucose della bocca, specialmente se…

    leggi tutto

  • Il mal di montagna

    E’ un insieme di sintomi che si può manifestare quando l’organismo umano, superati i 2500 metri di altitudine, non si è ancora adeguato alla nuova situazione ambientale.
    Possiamo definire l’alta quota come segue…

    Leggi tutto

  • In valigia

    Montagna o mare, safari e avventura o vacanza di tutto riposo, caldo o freddo: devi preparare il tuo bagaglio con cura, attenzione, senza esagerare e soprattutto prevedendo ……l’imprevedibile. Abbigliamento appropriato al clima e non dimenticando mai una piccola farmacia da viaggio.

  • Al rientro a casa

    Quando rientri da un viaggio ricorda di prenderti una pausa di un tempo sufficiente per riadattare il tuo organismo al tuo ambiente ed ai tuoi ritmi di vita. Stanchezza, malessere, senso di vuoto, scarsa capacità alla concentrazione….

    leggi tutto

Informazioni generali

Capitale: New Delhi

Lingua: Hindi (lingua nazionale), Assamese, Bengali, Gujarati, Kannada, Kashmiri, Konkani, Malayalam, Manipuri, Marathi, Nepali, Oriya, Punjabi, Sanscrito, Sindhi, Tamil, Telugu, Urdu (tutte ufficiali), Inglese

Moneta: Rupia indiana

Fuso orario: GMT +5, 30

Medici e strutture sanitarie: Medici e strutture ambulatoriali membri ISTM (International Society of Travel Medicine) Chatterjee, SantanuWellesley MedicentreWellesley Mansions 44A, Rafi Ahmed Kidwai Road (off Park St.)700016-Calcutta India Tel.: [+91] (33) 4553578; Fax: [+91] (33) 2491217 Ramasubramanian, VApollo HospitalsGreams lane, Greams Road600006-ChennaiIndia Tel.: [+91] (44) 2829 3333; Fax: [+91] (44) 2372 1139 Mehra, AnilAmas Medical Services Pvt. Ltd.41, Pali Hill,Nargis Dutt Road, Bandra400 050-MumbaiIndia Tel.: [+91] (22) 2649 1537; Fax: [+91] (22) 2600 8620 AMBASCIATE – CONSOLATI USA Ambasciata: Shantipath, Chanakyapuri, New Delhi – 110021Tel: 011-2419-8000Fax: +91-11-2419-0017 American Center24, Kasturba Gandhi MargNew Delhi – 110001Tel: 011-2331-6841 Consolato Generale: 5/1, Ho Chi Minh Sarani, Kolkata- 700071Tel.: 033-3984-2400 CANADA Canadian High Commission: 7/8 Shantipath, Chanakyapuri New Delhi 110 021, India Tel.: (91-11) 2687-6500

Storia,Economia,Cultura: http://www.britannica.com https://www.cia.gov

Sicurezza: www.viaggiaresicuri.it www.dovesiamonelmondo.it

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e