it Italiano
it Italiano
La libreria del viaggiatore:
volumi consigliati

Rivoluzioni nei test delle malattie infettive

Rivoluzioni nei test delle malattie infettive

La libreria del viaggiatore:
volumi consigliati
Trovi interessante questa pagina?

Trovi interessante questa pagina?

Condividila:

Condividila:

Leggiamo e riportiamo (traduzione automatica) da: news-medical.net

Le malattie infettive (ID) uccidono ancora 14 milioni di vite in tutto il mondo ogni anno, rappresentando un quarto dei decessi totali. Questo li rende una delle principali cause di mortalità.

La gestione degli ID dipende da una diagnosi accurata e rapida. A partire dalla prima registrazione di animali o batteri di Anton von Leuwenhoek, si è passati ai test microbiologici, comprese le tecniche di coltura e colorazione. Tuttavia, questi sono avanzati lentamente rispetto alla straordinaria raffinatezza raggiunta in altri campi diagnostici come la biochimica e la radiologia. Sono stati fatti molti sforzi per ridurre il ritardo e il lavoro fisico coinvolti in questo approccio.

Non solo queste tecniche sono ingombranti e lente, ma richiedono personale altamente qualificato e campioni accuratamente raccolti, di solito fluidi corporei. Sia l’accuratezza, in termini di sensibilità, specificità e valore predittivo negativo e positivo, sia il beneficio di questi test, in termini di salute del paziente, sono ugualmente desiderabili per qualsiasi tecnologia di laboratorio.

Vale la pena notare che i ricercatori hanno escogitato caratteristiche ASSURED che delineano il test diagnostico ideale: conveniente, sensibile, specifico, facile da usare, rapido, senza apparecchiature e consegnato a chi ne ha bisogno.

Test point of care

Un importante progresso in questo campo è stato l’ingresso di test rapidi point of care (POCT). Questi comprendono test diagnostici rapidi (RDT) basati sulla microscopia diretta o metodi di riconoscimento dell’antigene basati su anticorpi. Questi includono l’agglutinazione, i test di immunoassorbimento enzimatico, i test immunologici ottici e i test di flusso laterale (LFA) basati sull’immunocromatografia.

Tali test sono attualmente disponibili per Chlamydia, molti agenti diarroici, agenti patogeni del tratto respiratorio, malattie del tratto riproduttivo, Treponema, Trichomonas e alcuni funghi. Le RDT sono spesso confermate da test aggiuntivi, basati su antigeni o test dell’acido nucleico .

La microscopia diretta nei campioni clinici dipende dall’osservazione del patogeno nei tessuti, spesso utilizzando colorazioni istologiche o completata da colorazioni immunologiche o mirate all’acido nucleico. L’etichettatura fluorescente può aumentare l’utilità di quest’ultimo.

I metodi basati sugli anticorpi dipendono dal passaggio del campione contenente l’antigene del paziente attraverso una matrice all’interno della quale sono legati gli anticorpi. Il legame risultante fornisce una lettura colorimetrica, fluorescente o di interpretazione simile.

Gli aptameri che legano alcuni componenti microbici con alta affinità possono essere sostituiti agli anticorpi più fragili al calore, rendendo così gli RDT più tolleranti ai climi tropicali nelle versioni future. Il miglioramento del segnale è un’altra area che richiede miglioramenti per aumentare la sensibilità di questi test a basse concentrazioni di analiti. Si stanno prendendo in considerazione anche gli array di anticorpi su una piattaforma per consentire lo screening o la diagnosi di uno qualsiasi dei più ID utilizzando un singolo test.

L’ampia scala dei test COVID-19 ha consentito la valutazione completa di questi test rispetto al gold standard, sia che si tratti della reazione a catena della polimerasi che di altri test di riferimento. La stabilità, la forza di produzione, gli standard operativi e il potenziale di errori tecnici dovuti alla mancanza di abilità di coloro che gestiscono il test non possono corrispondere agli standard dei test di laboratorio formali. Tuttavia, possono essere molto utili quando vengono esclusi test più sofisticati per motivi di costo, disponibilità o fattori tecnici.

Ad esempio, questi POCT sono spesso utilizzati per schermare ripetutamente lavoratori asintomatici o bambini in età scolare a intervalli regolari.

Un secondo tipo di POCT si basa sulla diagnosi molecolare, con i risultati disponibili in pochi minuti anziché in ore. La sua validità resta da stabilire da ricerche in corso. Due nuove piattaforme basate sulla spettrometria di massa sono la spettrometria di massa a tempo di volo a ionizzazione laser assistita da matrice (MALDI-TOF MS) e la spettrometria di massa a ionizzazione elettrospray (ESI) con reazione a catena della polimerasi (PCR).

MALDI-TOF mira al rilevamento di colture microbiche in condizioni come la sepsi urinaria, in cui la coltura richiede tempo e spesso imprecisa. Basato sul rilevamento delle proteine ​​​​ribosomiali mediante spettrometria di massa (MS), è molto apprezzato per la sua velocità, basso costo e semplicità di funzionamento. È in uso in molti laboratori europei, sebbene il lavoro continui a migliorare la sua discriminazione di diverse specie.

Alcuni scienziati affermano che ” MALDI sta rapidamente diventando il metodo preferito per identificare i batteri anaerobici “. È spesso integrato dalla citometria a flusso urinario. Sebbene sia utilizzato principalmente per identificare i campioni in coltura, può essere migliorato per l’uso su campioni primari.

PCR-ESI MS può essere sviluppato per diagnosticare la maggior parte dei patogeni con velocità e precisione.

(Continua…)

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e