it Italiano
it Italiano
La libreria del viaggiatore:
volumi consigliati

Pfizer e BioNTech per testare il candidato del vaccino universale COVID-19

Pfizer e BioNTech per testare il candidato del vaccino universale COVID-19

La libreria del viaggiatore:
volumi consigliati
Trovi interessante questa pagina?

Trovi interessante questa pagina?

Condividila:

Condividila:

Leggiamo e riportiamo (traduzione automatica) da: MedicalNewsToday.com

  • Pfizer e BioNTech hanno annunciato una nuova sperimentazione clinica per i candidati al vaccino universale contro il COVID-19.
  • Dicono che i candidati includeranno colpi di potenziamento delle cellule T e colpi di pan-coronavirus che “proteggono contro la più ampia famiglia di virus e le sue mutazioni”.
  • Una sfida chiave per il vaccino è se sarà in grado di mantenere l’efficacia mentre il virus muta.

I vaccini COVID-19 diminuiscono di efficacia come SARS-CoV-2mutaFonte attendibilecol tempo. Mentre due dosi di un vaccino mRNA COVID-19 erano efficaci all’85% nel prevenire il ricovero in ospedale per infezione con le varianti Alpha e Delta di SARS-CoV-2, erano solo65%Fonte attendibileefficace nel prevenire il ricovero a seguito di un’infezione da Omicron.

Per superare la diminuzione dell’efficacia del vaccino contro il COVID-19, i ricercatori stanno sviluppando un vaccino universale contro il COVID-19.

La scorsa settimana, Pfizer e BioNTech hanno annunciato che inizieranno le sperimentazioni cliniche per un candidato vaccino universale contro il COVID-19 nella seconda metà del 2022.

Vaccini universali 

I vaccini universali promettono un’ampia efficacia contro più ceppi di un determinato virus. Nel caso di SARS-CoV-2, sarebbero efficaci contro le sue molteplici varianti e richiederebbero meno, se del caso, aggiornamenti nel tempo.

“Un vaccino universale contro il coronavirus ha il potenziale per proteggere meglio dalle future varianti di SARS-CoV-2 e da altri coronavirus che hanno il potenziale di diffondersi nella popolazione umana”, il dott. Jarrod Mousa , assistente professore presso il Center for Vaccines e l’immunologia presso l’Università della Georgia hanno detto a Medical News Today .

Tuttavia, quanto “universale” sarebbe un tale vaccino è discutibile.

Alla domanda su come un vaccino universale contro il COVID-19 potrebbe essere migliore delle opzioni attuali, la dott.ssa Dana Hawkinson , malattie infettive e direttrice medica del programma di controllo e prevenzione delle infezioni (IPAC) presso l’Università del Kansas Health System, ha detto a MNT :

“È difficile dire come sarebbe ‘migliore.’ Tutto dipende da come si quantifica il successo. Sappiamo che gli attuali vaccini mRNA disponibili contro SARS-CoV-2 sono abbastanza efficaci nel prevenire l’ospedalizzazione e la morte e l’intero spettro delle malattie causate da SARS-CoV-2, ovvero COVID-19. [Ciò significa che] il livello di efficacia contro il ricovero e le malattie gravi è piuttosto alto”.

“Le cose che possiamo cercare nel decidere il successo di vaccini di nuova o nuova generazione saranno cose come la protezione duratura o durevole dalle infezioni, la riduzione dei ricoveri e delle malattie gravi molti mesi dopo la vaccinazione e l’induzione della risposta immunitaria a varianti nuove o sconosciute in futuro”, ha spiegato.

“Inoltre, poiché sarebbe un vaccino universale contro il coronavirus, dovrebbe aiutarci a proteggerci da ulteriori eventi di spillover dei coronavirus animali, come abbiamo visto con SARS, MERS e SARS-CoV-2″, ha osservato.

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e