it Italiano
it Italiano
La libreria del viaggiatore:
volumi consigliati

I ricercatori del MIT progettano un nuovo sensore per distinguere tra polmonite virale e batterica

I ricercatori del MIT progettano un nuovo sensore per distinguere tra polmonite virale e batterica

La libreria del viaggiatore:
volumi consigliati
Trovi interessante questa pagina?

Trovi interessante questa pagina?

Condividila:

Condividila:

Leggiamo e riportiamo (traduzione automatica) da: News-Medical.net

Recensito da Emily Henderson, B.Sc.

Molti diversi tipi di batteri e virus possono causare la polmonite, ma non esiste un modo semplice per determinare quale microbo stia causando la malattia di un particolare paziente. Questa incertezza rende più difficile per i medici scegliere trattamenti efficaci perché gli antibiotici comunemente usati per curare la polmonite batterica non aiutano i pazienti con polmonite virale . Inoltre, limitare l’uso di antibiotici è un passo importante verso il contenimento della resistenza agli antibiotici.

I ricercatori del MIT hanno ora progettato un sensore in grado di distinguere tra infezioni da polmonite virale e batterica, che sperano possa aiutare i medici a scegliere il trattamento appropriato.

La sfida è che ci sono molti agenti patogeni diversi che possono portare a diversi tipi di polmonite e, anche con i test più ampi e avanzati, l’agente patogeno specifico che causa la malattia di qualcuno non può essere identificato in circa la metà dei pazienti. E se tratti una polmonite virale con antibiotici, potresti contribuire alla resistenza agli antibiotici, che è un grosso problema e il paziente non migliorerà”.

Sangeeta Bhatia, John e Dorothy Wilson Professore di Scienze e Tecnologia della Salute e di Ingegneria Elettrica e Informatica al MIT

Sangeeta Bhatia è membro del Koch Institute for Integrative Cancer Research e Institute for Medical Engineering and Science del MIT.

In uno studio sui topi, i ricercatori hanno dimostrato che i loro sensori potevano distinguere con precisione la polmonite batterica e virale entro due ore, utilizzando un semplice test delle urine per leggere i risultati.

Bhatia è l’autore senior dello studio, che appare questa settimana negli Atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze . Melodi Anahtar ’16, PhD ’22 è l’autore principale dell’articolo.

Segni di infezione

Uno dei motivi per cui è stato difficile distinguere tra polmonite virale e batterica è che ci sono così tanti microbi che possono causare la polmonite, inclusi i batteri Streptococcus pneumoniae e Haemophilus influenzae e virus come l’influenza e il virus respiratorio sinciziale (RSV).

Nella progettazione del sensore, il team di ricerca ha deciso di concentrarsi sulla misurazione della risposta dell’ospite all’infezione, piuttosto che sul tentativo di rilevare l’agente patogeno stesso. Le infezioni virali e batteriche provocano tipi distinti di risposte immunitarie, che includono l’attivazione di enzimi chiamati proteasi, che scompongono le proteine. Il team del MIT ha scoperto che il modello di attività di quegli enzimi può fungere da segno di infezione batterica o virale.

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e