it Italiano
it Italiano

Ucraina – Scheda Paese – Aggiornamento COVID-19

Ucraina – Scheda Paese – Aggiornamento COVID-19

La libreria del viaggiatore:
volumi consigliati

Leggi la Scheda completa

 

Segui la situazione giornaliera dei casi nel paese (clicca qui)

Dati O.M.S. e AGGIORNAMENTO COVID-19 al 30/07/2022 :

In ragione della fluidità del contesto securitario, le informazioni di seguito non sono da considerarsi attuali. Si ricorda che i viaggi in Ucraina sono sconsigliati a qualsiasi titolo. Per maggiori informazioni, si raccomanda l’attenta lettura dell’avviso Sicurezza pubblicato qui sopra.
Le Autorità ucraine hanno disposto che, a partire dal 2 giugno 2021, tutti i cittadini stranieri che intendano fare ingresso in Ucraina devono presentare uno dei seguenti documenti
– un documento che confermi l’avvenuta effettuazione di un ciclo completo di vaccinazione contro il COVID-19 con vaccini inclusi dall’OMS nella lista degli approvati per l’uso in situazioni di emergenza; oppure
– un test rapido per l’antigene SARS-CoV-2 (RAT) effettuato non più di 72 ore prima dell’ingresso; oppure
– un certificato di un risultato negativo del test PCR effettuato non più di 72 ore prima dell’ingresso.
I suddetti documenti devono essere redatti in lingua inglese o essere accompagnati dalla traduzione in lingua inglese.
Il test o  la vaccinazione non sono richiesti per i bambini sotto i 12 anni.
Devono, inoltre, essere in possesso di una polizza assicurativa sanitaria che preveda esplicitamente la copertura Covid-19 valida per l’intera durata del soggiorno nel Paese (per i dettagli si rimanda alla sezione sanitaria della presente Scheda).
In assenza di una polizza assicurativa o di uno dei suddetti documenti, le Autorità di Frontiera ucraine hanno il diritto di negare l’ingresso nel Passe agli stranieri e agli apolidi.
A partire dal 5 agosto 2021, tutte le persone che intendano fare ingresso in Ucraina e non siano state vaccinate contro il coronavirus (con uno dei vaccini COVID-19 approvati dall’OMS) devono installare l’applicazione mobile Vdoma. Inoltre, a seconda della durata della permanenza in Ucraina, devono effettuare un test molecolare o antigenico e, a seconda del risultato, possono doversi sottoporre ad isolamento fiduciario per 10 giorni.
Se il soggiorno in Ucraina è di durata inferiore a 72 ore (calcolate dal momento dell’ingresso), si può lasciare il Paese al termine di detto periodo, senza ulteriori adempimenti.
In caso di permanenza per periodi più lunghi, nelle 72 ore dall’arrivo è necessario sottoporsi a test molecolare o antigenico in loco. Se il risultato è negativo, si può continuare liberamente il soggiorno. In caso di test positivo, è necessario sottoporsi a un periodo di isolamento fiduciario di 10 giorni, nel luogo che verrà indicato sull’applicazione Vdoma.  
E’ comunque possibile terminare il periodo di isolamento fiduciario prima dei 10 giorni in seguito all’esecuzione di un test PCR o un test antigenico rapido con esito negativo.
I nuovi requisiti non si applicano ai rappresentanti del corpo diplomatico e ai membri delle loro famiglie, nonché ad una serie di altre categorie di cittadini stranieri, in conformità con le eccezioni indicate nella risoluzione del Consiglio dei Ministri dell’Ucraina del 9 dicembre 2020 №1236 (per maggiori dettagli si rimanda alla sezione sanitaria della presente Scheda).
Per ulteriori informazioni sul regime di ingressi, assicurazione e situazione sanitaria nel Paese si consiglia di consultare il portale del Gabinetto dei Ministri dedicato all’emergenza sanitaria  (in inglese); il sito del Ministero della Salute ucraino  https://moz.gov.ua/koronavirus-2019-ncov (solo in ucraino) ed anche il sito Visit Ukraine https://visitukraine.today/ (in inglese).

Per ulteriori informazioni sulle misure adottate dalle autorità locali sul piano interno per l’intero territorio nazionale, e in particolare per la capitale Kiev, consultare la sezione Situazione Sanitaria di questa Scheda. 

I collegamenti aerei diretti con l’Italia sono assai ridotti (diverse compagnie li hanno momentaneamente sospesi). Si raccomanda comunque a chiunque abbia già acquistato un biglietto aereo con qualsiasi provenienza e con destinazione o semplice transito in Ucraina, di verificare preventivamente con la compagnia aerea, quanto più possibile a ridosso della data prevista per l’imbarco, che il volo sia effettivamente confermato, in quanto i voli sono tuttora soggetti a cancellazioni. 
I collegamenti internazionali via terra sono ripresi gradualmente a partire dal 22 maggio 2020, restano comunque soggetti all’evoluzione della situazione epidemiologica e vanno presi in considerazione salvo verifica delle condizioni di ingresso/transito nei Paesi confinanti. Qui di seguito il link ad una mappa interattiva inerente alla situazione dei trasporti.

 

Presso il CESMET Clinica del Viaggiatore si effettuano:

Tamponi Molecolari RT-PCR con risposta a 6h / 12h / 24h /48h, con certificazione medica COVID FREE in lingua inglese;
Tamponi Antigenici con risposta a vista con certificazione medica COVID FREE in lingua inglese, con le seguenti caratteristiche: specificità 99.5%, sensibilità 94.5%, affinità 94%)
Test Sierologici per IgM, IgG per SARS-CoV-2 qualitativi e quantitativi;
– certificazione FIT TO FLY per compagnie aree e paesi richiedenti;

Vengono anche rilasciati i seguenti certificati medici infettivologici, validi seconda indicazione di legge:

  • certificato medico di avvenuta vaccinazione; con valutazione clinica e certificazione di assenza di sintomi da Covid-19
    2) certificato medico di avvenuta malattia da Covid-19; con valutazione clinica e certificazione di assenza di sintomi da Covid-19;
    3) certificato medico di pregressa infezione da SARS-CoV-2 con positività esame sierologico e presenza di IgG; con valutazione clinica di assenza di sintomi da Covid-19;
    4) certificato medico di effettuazione tampone molecolare

RIENTRO IN ITALIA:

Dal 1 giugno 2022, non è più richiesto il Green Pass (né certificazione equivalente) per l’ingresso o il rientro in Italia.

Le misure restrittive per l’ingresso in Italia, legate al COVID-19, disposte con successive Ordinanze da parte del Ministro della Salute, non sono state prorogate oltre il 31 maggio 2022, come indicato qui.

In Italia, fino al 30 settembre 2022, rimangono in vigore alcune misure di contenimento dovute al COVID-19, come l’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie in determinati contesti.

 

 

Ultimi articoli pubblicati nel blog Ultim'ora

Le zanzare geneticamente modificate per fermare le malattie superano i primi test. di Lisa Rapaport da: medscape.com Le zanzare geneticamente modificate rilasciate …

I giochi con esercizi fisici usando la realtà virtuale potrebbero offrire speranza per ritardare la demenza La ricerca suggerisce che i giochi …

Houston Methodist entra nel metaverso con il lancio della nuova app MITIEverse™ La piattaforma basata sulla realtà virtuale porta l’educazione medica a …

uno dei mammiferi più primitivi mai vissuti

Rivelando il genoma dell’antenato comune di tutti i mammiferi di Leibniz Institute for Zoo and Wildlife Research (IZW) Leggiamo e riportiamo (traduzione automatica) …

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e