it Italiano
it Italiano

Scheda vaccinazione Febbre Gialla – Notizie e bibliografia

Scheda vaccinazione Febbre Gialla – Notizie e bibliografia

La libreria del viaggiatore:
volumi consigliati

Leggi la Scheda completa

 

NOTIZIE

marzo 2022

Continua anche nei primi mesi del 2022 l’epidemia di febbre gialla in Ghana, iniziata nell’Ottobre 2022. Numerosi i casi, con alcuni decessi, nelle seguenti regioni: Savannah, Upper West, Bono e Oti. La febbre gialla si diffonde attraverso le punture di zanzare Aedes Aegypti infette.La maggior parte dei casi in questo focolaio si sono verificati in popolazioni nomadi in gran parte non vaccinate che si sono trasferite dalla Nigeria in una riserva forestale nella regione di Savannah, nel nord-ovest del Ghana. Questa

 regione è una importante meta turistica. Diversi fattori, tra cui un ecosistema favorevole nella regione e popolazioni mobili non vaccinate, compresi i turisti che arrivano senza copertura vaccinale, aumentano il potenziale di diffusione di Febbre Gialla da questa regione ai paesi vicini (Costa d’Avorio e Burkina Faso) .

 

Importante per i viaggiatori prevenire le punture di insetti vettori del virus, zanzara Aedes aegypti durante il viaggio in Ghana neii paesi dell’area. Tra i repellenti consigliati NOZETA a base di olio di NEEM. (informati qui)Vaccinazione obbligatoria per entrare nel paese, fondamentale ed essenziale per prevenire la febbre gialla. Tutti i viaggiatori dall’età di 9 mesi in avanti devono essere vaccinati almeno 10 giorni prima del viaggio.
A causa dell’attuale epidemia, le persone che non sono mai state vaccinate contro la febbre gialla e non possono essere vaccinate per motivi sanitari dovrebbero evitare di viaggiare in Ghana.
I viaggiatori che hanno ricevuto il vaccino contro la febbre gialla 10 o più anni fa devono effettuare il richiamo prima di viaggiare nelle aree colpite in Ghana.

Marzo 2022

In diversi paesi dell’Africa Occidentale e Centrale continuano i casi e la diffusione della epidemia di Febbre Gialla iniziata già dal 2017.
Nigeri: dal settembre 2017 sono stati denunciati nuovi casi di Febbre Gialla con focolai segnalati in tutto il paese. Nel 2021 t
ra il mese di gennaio ed il mese di settembre 2021 sono stati denunciati 1.518 casi in tutti i 37 stati nigeriani, compreso il Territorio della Capitale Federale.
Dal 2021 sono stati segnalati focolai e casi confermati anche in Camerun, Ciad, Repubblica Centrafricana, Costa d’Avorio, Repubblica Democratica del Congo, Niger e Repubblica del Congo.

Si ritiene che i casi reali di febbre gialla umana, in Africa subsahariana siano molto maggiori rispetto a quelli denunciati. Questo è dovuto a una combinazione di fattori, tra cui la mancanza di una sorveglianza completa e soprattutto la difficoltà di confermare la malattia della febbre gialla per mancanza di possibilità diagnostica.  La diagnosi di laboratorio esiste, ma è scarsa e poco praticata. 

L’ Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda la vaccinazione contro la febbre gialla a tutti i viaggiatori di età pari o superiore a nove mesi che visitano aree a rischio di trasmissione della febbre gialla. Nella maggior parte di questi paesi la vaccinazione è obbligatoria e comunque è da noi consigliata.

 

BIBLIOGRAFIA

 

Ultimi articoli pubblicati nel blog Ultim'ora

Le zanzare geneticamente modificate per fermare le malattie superano i primi test. di Lisa Rapaport da: medscape.com Le zanzare geneticamente modificate rilasciate …

I giochi con esercizi fisici usando la realtà virtuale potrebbero offrire speranza per ritardare la demenza La ricerca suggerisce che i giochi …

Houston Methodist entra nel metaverso con il lancio della nuova app MITIEverse™ La piattaforma basata sulla realtà virtuale porta l’educazione medica a …

uno dei mammiferi più primitivi mai vissuti

Rivelando il genoma dell’antenato comune di tutti i mammiferi di Leibniz Institute for Zoo and Wildlife Research (IZW) Leggiamo e riportiamo (traduzione automatica) …

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e