it Italiano
it Italiano

IRLANDA: MENINGITE B crescono i casi

IRLANDA: MENINGITE B crescono i casi

La libreria del viaggiatore:
volumi consigliati

IRLANDA: MENINGITE B denunciati 4 casi in una settimana

IRLANDA: L’Health Protection Surveillance Centre ha confermato 4 casi recenti di meningite/setticemia meningococcica segnalati nell’ultima settimana di ottobre nel Paese.
3 casi sono già stati confermati e uno è in fase di accertamento. I tre casi confermati sono tutti causati dal meningococco sierogruppo B. I casi sono stati segnalati da diverse regioni del Paese e non hanno legami noti tra loro. Tre dei casi riguardano giovani adulti tra i 12 e i 18 anni e un caso ha meno di dieci anni. Le autorità di salute pubblica hanno identificato i contatti stretti, che saranno posti sotto stretta sorveglianza e in terapia antibiotica preventiva.  Le ultime informazioni danno 2 decessi dei casi evidenziati.

La meningite

La meningite meningococcica e la setticemia sono causate da vari sierogruppi di Neisseria meningitidis (meningococco), un batterio aerobio incapsulato Gram-negativo. Esistono almeno 12 sierotipi di meningococco, di cui i gruppi A, B e C rappresentano circa il 90% della malattia meningococcica, insieme ai ceppi Y e W135.
TRASMISSIONE: Il meningococco si trasmette per aerosol o per contatto diretto con le secrezioni respiratorie di persone infette e portatori sani. La malattia si verifica principalmente nei bambini, negli adolescenti e nelle persone con fattori di rischio.
INCUBAZIONE: Il periodo di incubazione è diverso per ogni organismo e può variare da due a dieci giorni per la meningite batterica.
SINTOMI: Generalmente, segni e sintomi possono includere: forte mal di testa, collo rigido o dolorante, febbre alta, fotosensibilità, confusione, convulsioni, eruzione cutanea, dolori articolari, vomito.
Nei bambini, i segni possono includere: alimentazione difficoltosa, eccessiva stanchezza, stato irritabile, difficoltà a respirare, febbre, rigidità del collo, convulsioni, vomito, eruzione cutanea, pelle pallida o macchiata.
PREVENZIONE:
La vaccinazione è, sicuramente, lo strumento più efficace per la prevenzione della meningite batterica.

Anche in Italia sono disponibili diversi tipi di vaccino anti-meningococco:

  • il vaccino coniugato contro il meningococco di sierogruppo C (MenC): è il più frequentemente utilizzato e protegge solo dal sierogruppo C
  • il vaccino coniugato tetravalente: protegge dai sierogruppi A, C, W e Y
  • il vaccino contro il meningococco di sierogruppo B: protegge esclusivamente contro questo sierogruppo.

La scheda vaccinale attualmente in vigore prevede la vaccinazione anti-meningococco C oppure ACWY nei bambini che abbiano compiuto un anno di età, mentre è consigliato un richiamo con vaccino tetravalente A, C, W, Y per gli adolescenti. Il vaccino tetravalente è consigliato anche agli adulti con fattori di rischio e a chi si reca in Paesi endemici per questi sierogruppi.

Il vaccino contro la meningite da meningococco B è consigliato soprattutto al bambino entro il primo anno di età.
La malattia da meningococco B è prevenuta dalla vaccinazione.
Il vaccino MenB è stato introdotto per tutti i bambini nati a partire dal 1 ottobre 2016 perché i bambini di età inferiore a un anno sono a più alto rischio di malattia meningococcica B. A tutti i bambini viene offerto il vaccino MenB a 2 e 4 mesi di età con una dose di richiamo del vaccino MenB somministrato a 12 mesi. 

Ultimi articoli pubblicati nel blog Ultim'ora

Le zanzare geneticamente modificate per fermare le malattie superano i primi test. di Lisa Rapaport da: medscape.com Le zanzare geneticamente modificate rilasciate …

I giochi con esercizi fisici usando la realtà virtuale potrebbero offrire speranza per ritardare la demenza La ricerca suggerisce che i giochi …

Houston Methodist entra nel metaverso con il lancio della nuova app MITIEverse™ La piattaforma basata sulla realtà virtuale porta l’educazione medica a …

uno dei mammiferi più primitivi mai vissuti

Rivelando il genoma dell’antenato comune di tutti i mammiferi di Leibniz Institute for Zoo and Wildlife Research (IZW) Leggiamo e riportiamo (traduzione automatica) …

error: Il contenuto di questo sito è protetto!
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e
C e s m e t . c o m C l i n i c a d e l V i a g g i a t o r e